Menu

Tipografia


La vittoria della Repubblica Ceca sulla Slovacchia ha permesso agli Azzurri di terminare il girone al 3° posto: domani mattina la grande rivincita contro la Corea del Sud, arrivata 3° nel Gruppo A

Un'altra grande soddisfazione per i colori italiani dalle Paralimpiadi invernali di Pechino 2022: la Nazionale di Para Ice Hockey, infatti, nonostante la pesante sconfitta per 6-0 di stamattina contro i padroni di casa della Cina è riuscita a qualificarsi ai quarti di finale del torneo. La certezza è arrivata nel pomeriggio grazie alla vittoria ottenuta dalla Repubblica Ceca per 3-0 sulla Slovacchia, che ha consentito all'Italia di terminare al 3° posto nel Gruppo B. L'appuntamento con la storia è fissato per domani, quando gli Azzurri affronteranno la Corea del Sud in quella che si preannuncia essere un'epica rivincita della finale per il bronzo di quattro anni fa a Pyeongchang.

Una sconfitta "indolore"
Il 6-0 subito in mattinata, seppur netto sia nelle dimensioni che nelle prestazioni, alla fine si è fortunatamente rivelato indolore: il gap tra le due squadre, frutto di due movimenti decisamente sproporzionati per numeri, età media e investimenti (il campionato del paese asiatico può contare su 12 squadre di club professionistiche con oltre 500 giocatori contro le 3 squadre di club e i circa 40 giocatori dilettanti italiani, ndr), si è visto tutto, con la Cina in grado di concludere il primo periodo addirittura sul 4-0 con i gol di Wang Zhidong, Bai Xuesong (2) e Hu Guangjian. Nella ripresa i ragazzi di coach Massimo Da Rin hanno tenuto decisamente meglio il ghiaccio, concedendo solo altri due gol a Wang Zhidong e Qui Dianpeng, e si sono ripetuti nel terzo periodo mantenendo inviolata la porta del rientrante Gabriele Araudo (alternatosi con Julian Kasslatter). Ad analizzare il match ci ha pensato capitan Gianluca Cavaliere: "Il nostro impatto con la partita – ha dichiarato - è stato lento e ci abbiamo messo un po' a carburare: conoscevamo il loro livello e sapevano quanto divario c'è tra noi e loro, la Cina se la può giocare ad armi pari con le nazionali più forti".

Appuntamento con la storia
La sfida di domani mattina (in diretta tv su Rai Sport alle 9.35) con la Corea del Sud rappresenterà un vero e proprio appuntamento con la storia perché permetterà all'Italia di riscattare la delusione di quattro anni fa a Pyeongchang, con la sfortunata sconfitta per 1-0 che ha negato agli Azzurri la gioia di ottenere una storica medaglia di bronzo. L'obiettivo sarà molto difficile ma non impossibile: "Abbiamo – ha sottolineato l'assistant coach Mirko Bianchi - la possibilità di poter giocare un quarto di finale contro la Corea del Sud, una squadra molto forte e molto preparata, che non ha sfigurato contro due colossi come Stati Uniti e Canada a prescindere dal numero di gol subiti. Loro sono dei professionisti, ma noi cercheremo di dare il massimo come abbiamo sempre fatto sperando di prenderci una rivincita anche se la nostra squadra è totalmente differente rispetto a quella di allora".

squadra hockey foto di Marco Mantovani CIP

Domani torna lo sci nordico
Non solo para ice hockey tra le gare di domani: tornerà, infatti, anche lo sci nordico. I primi a scendere in pista nelle qualifiche della prova sprint categoria sitting saranno, a partire dalle 3, Giuseppe Romele e Michele Biglione, seguiti alle 3.40 da Cristian Toninelli nello sprint a tecnica libera. Le stesse specialità torneranno alle 5 e alle 5.30 per le semifinali e alle 6.45 e alle 7.13 per le finali. 

Sulle Paralimpiadi:

i risultati degli azzurri del giorno uno e del giorno due

Bertagnolli e Ravelli, arriva l'oro in Super Combinata

Calendario Gare

Dove vedere le gare in tv

Marco Berton

Photo Credits: Marco Mantovani/CIP

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione