Menu

Tipografia


La coppia di punta dello sci alpino visually impaired sbaraglia la concorrenza e conquista la seconda medaglia in due giorni. Snowboard fuori dal podio nel cross

Finalmente oro: al terzo giorno di gare (qui i rilsultati degli azzurri del giorno giorno uno e del giorno due, ndr) per l'Italia è arrivato il metallo più prezioso alle Paralimpiadi invernali di Pechino 2022. Il merito, manco a dirlo, è della coppia di punta dello sci alpino visually impaired formata da Giacomo Bertagnolli e dalla guida Andrea Ravelli, che dopo l'argento ottenuto ieri in Super G è riuscita a sbaragliare tutta la concorrenza nella Super Combinata.

SCI ALPINO
Bertagnolli-Ravelli, trionfo epico
Per Bertagnolli e Ravelli la gara di questa mattina è stata un crescendo fino all'epico trionfo finale: dopo aver concluso al 3° posto la manche del Super G, infatti, nel successivo slalom i due hanno fatto registrare un tempo di 1:49.80 staccando gli austriaci Johannes Agner e Matteo Fleischmann di 2.18: "Era una medaglia a cui tenevo molto - ha spiegato Bertagnolli con l'oro al collo - perché era l'unica che non avevo vinto quattro anni fa a Pyeongchang: abbiamo disputato due manche veramente belle in cui siamo riusciti a esprimerci bene, anche se tecnicamente non è stata la mia gara migliore. Ci abbiamo messo l'anima e abbiamo rischiato, ma se vuoi prendere l'oro devi per forza farlo".

Bertagnolli e Ravelli durante la discesa. foto  Mauro Ujetto CIP

Bertagnolli e Ravelli. Foto di Mauro Ujetto/CIP

I complimenti del presidente del CIP Pancalli
Per Bertagnolli e Ravelli sono arrivati, puntuali, anche i complimenti del presidente del CIP Luca Pancalli: "Giacomo - ha commentato – è uno straordinario campione: confermarsi a questi livelli, anche alla luce della crescita agonistica da parte della concorrenza, significa tanto. Insieme ad Andrea sta dimostrando non solo di essere all'altezza della situazione ma anche di più e mi auguro che questo accada anche nelle prossime gare, perché se lo meritano".

Gli altri Azzurri
Per quanto riguarda gli altri azzurri in gara, da segnalare un deciso miglioramento di Federico Pelizzari, giunto 5° nella categoria standing. Fuori, invece, l'altro standing Davide Bendotti, il sitting Renè De Silvestro e la coppia visually impaired femminile Martina Vozza-Ylenia Sabidussi (guida).


SNOWBOARD
Italia fuori dal podio
Nulla da fare, infine, nemmeno per l'Italia dello snowboard, rimasta interamente fuori dal podio nella prova di cross upper limb. Le speranze di Jacopo Luchini, atleta di punta della squadra giunto 6° in classifica generale, si sono infatti infrante in semifinale, mentre quelle dei compagni Riccardo Cardani e Mirko Moro addirittura ai quarti in una gara dominata dai cinesi Lijia Ji, Pengyao Wang e Yonggang Zhu. Amaro, a proposito, è il commento dello stesso Luchini: "Purtroppo – ha dichiarato - non è andata come ci aspettavamo: in questi giorni abbiamo lavorato duramente, preparando la gara nei minimi dettagli, mi sentivo in forma e credevo di poter arrivare in finale ma davanti abbiamo trovato sei atleti cinesi nella nostra categoria veramente forti".

Jacopo Luchini scende in snowboardJacopo Luchini. Foto: Luca Pagliaricci/CIP

 LE GARE DI DOMANI
Il tabellone della quarta giornata di Paralimpiadi prevede, per l'Italia, un solo ma importantissimo appuntamento: alle 9.35 ora italiana, con diretta su RaiSport, la Nazionale di Para Ice Hockey tenterà infatti l'assalto definitivo ai quarti di finale del torneo affrontando i temibili padroni di casa della Cina.

Sulle Paralimpiadi di Pechino 2022 leggi anche:

Paralimpiadi, l'Italia dello sci e dello snowboard in missione a Pechino a caccia di conferme e sorprese

Calendario Gare

Dove vedere le gare in tv

Marco Berton

In copertina: Bertagnolli-Ravelli. Foto credits: Mauro Ujetto/CIP

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione