Menu

31
Mar, Gen
30 Nuovi articoli

Tipografia

grafica che mostra un omino circonadato da una siringa, una pillola, e una ciotola con verdura

 

La Disfunzione Erettile è un disturbo che interessa un numero sempre crescente di uomini, compromettendone la salute sessuale ma che, opportunamente trattato, può essere risolto con successo.
Il percorso terapeutico per curare l'impotenza deve essere effettuato sotto stretto controllo del medico specialista, che dopo avere individuato le cause della Disfunzione Erettile e aver stabilito una diagnosi, ci indirizzerà verso la migliore strategia. L’obiettivo è quello di ripristinare o migliorare la capacità di raggiungere una erezione, nei casi in cui questa sia assente o incompleta, al fine di avere rapporti sessuali soddisfacenti.

OPZIONI DI TRATTAMENTO PER LA DE
Le possibili opzioni di trattamento per la DE sono correlate all’origine del disturbo e agli apparati coinvolti nel processo di erezione (apparato vascolare, sistema neurologico, ormonale, ecc) a seconda dei casi.
I trattamenti farmacologici disponibili per la Disfunzione Erettile si possono sintetizzare in:
-INTERVENTI SULLO STILE DI VITA
-TERAPIA FARMACOLOGICA PER VIA ORALE
-TERAPIA FARMACOLOGICA LOCALE TRAMITE INIEZIONI AL PENE
-DISPOSITIVI TRANS URETALI (VACUUM)
-PROTESI PENIENA

STILE DI VITA
Per migliorare la propria salute sessuale in caso di Disfunzione Erettile si può iniziare con il migliorare il proprio stile di vita. Si tratta di un intervento che da solo non basta a risolvere la DE nel caso in cui le cause siano cliniche, naturalmente, ma può contribuire a migliorare il proprio stato di salute, in particolare in caso di obesità, o abitudini di particolarmente nocive (sedentarietà, tabagismo, consumo di alcol).
Si consiglia quindi di:
- smettere di fumare
-ridurre il consumo di alcol
-praticare attività fisica
-ridurre lo stress
-perdere peso

TERAPIA FARMACOLOGICA ORALE
Una volta giunto a una diagnosi di Disfunzione Erettile, il medico può prescrivere un trattamento di tipo farmacologico con una terapia orale, dopo aver considerato non solo la sua efficacia, ma anche le precondizioni del soggetto, eventuali comorbilità, oltre agli effetti collaterali.
Se la scelta ricade sulla terapia farmacologica, se il problema è di origine ormonale, il medico potrà suggerire con una terapia finalizzata ad un maggior equilibrio degli ormoni (es. di testosterone).
Se il disturbo ha origine in problematiche di tipo vascolare, la terapia può prevedere la somministrazione di farmaci che, integrando nell’organismo una sostanza chimica naturale presente nel corpo che rilassa i muscoli del pene, ne aumentano il flusso di sangue, favorendone l’erezione (terapia con inibitori della fosfodiesterasi 5 (PDE5I)). Questo genere di trattamento va attentamente valutato, poiché questi farmaci possono avere delle controindicazioni se utilizzati in particolari condizioni, o in concomitanza con altre terapie seguite dall’utente.

TERAPIA FARMACOLOGICA LOCALE CON INIEZIONI
Se i soggetti non tollerano o non rispondono alla terapia orale, per combattere la Disfunzione Erettile un’altra opzione terapeutica sono le iniezioni intracavernose. Si tratta di iniezioni di medicinali che vengono somministrati direttamente nel pene, per rilassarne i muscoli e dilatarne i vasi sanguigni. A quel punto, dopo alcuni minuti, l’uomo avrà una erezione. Questo genere di terapia, come tutte, andrà valutata dallo specialista anche considerandone la tollerabilità, che in alcuni casi può essere limitata, a causa del dolore e della durata della erezione, che può protrarsi oltre le 4 ore.

SUPPOSTE URETRALI
Altra terapia locale sono le supposte uretrali: in questo caso il farmaco viene inserito nell’uretra tramite un applicatore contenente una piccola supposta. Facendo pressione sull’allicatore “a pistone” il farmaco viene spinto nell’organo. Gli effetti collaterali più comuni sono dolore o micro sanguinamento dell’uretra.

POMPE VACUUM
Per curare la Disfunzione Erettile, una alternativa all’utilizzo di farmaci (perchè non sono tollerati, efficaci o per altra ragione), è l’utilizzo dei dispositivi “a pompa” vacuum.
Si tratta di dispositivi cilindrici che vengono indossati attorno al pene e, agendo con una pressione negativa tramite aspirazione d’aria attraverso una pompa manuale o elettronica, sfruttano il vuoto per indurre l’erezione. Una volta che il flusso si sangue è stato indotto nei corpi cavernosi del pene, un anello di gomma o silicone va inserito alla base del membro per impedire il deflusso di sangue e mantenere l’erezione.
Questo genere di soluzione è sconsigliata a persone con problematiche di tipo emorragico o in terapia con anticoagulanti.

IMPIANTI DI PROTESI PENIENA
Una alternativa all’suo di farmaci o di altri sistemi che si siano rilevati inefficaci o inadatti per risolvere la Disfunzione Erettile è il ricorso alla protesi peniena.
La protesi al pene è un dispositivo medico che, impiantato attraverso un intervento chirurgico, consente all’uomo di ottenere l’erezione senza utilizzare altri farmaci. Le protesi peniene sono modellate sulla propria anatomia, e sono di due tipi: gonfiabile e malleabile, per adattarsi a diverse esigenze e condizioni del soggetto.

Servizio in collaborazione con il portale DE SOLUZIONI

-->