Menu

31
Mar, Gen
30 Nuovi articoli

Tipografia
grafica che rappresenta un medico con camice
La protesi peniena malleabile è tipo di impianto (insieme alla protesi peniena idraulica) che può risolvere il problema della Disfunzione Erettile, ovvero il disturbo col quale si definisce l’incapacità ad avere una erezione o ad averne una completa, così da poter avere rapporti sessuali.

La Protesi peniena malleabile è un impianto che, inserito attraverso un intervento chirurgico nel pene dell’uomo, può rappresentare una soluzione per la DE quando la terapia farmacologica non si sia rivelata possibile o efficace. Come qualsiasi altro intervento terapeutico, è assolutamente necessario discutere con il proprio medico per valutare se, dopo una opportuna diagnosi, questa possa essere la soluzione che possa risolvere il problema, sulla base delle proprie specifiche caratteristiche.

grafica che mostra l'impianto di protesi peniena malleabileCome funziona la protesi malleabile
La protesi peniena malleabile è composta da due cilindri morbidi e flessibili (malleabili, appunto), che vengono inseriti nei corpi cavernosi del pene dell’uomo. Una volta ottenuto l’impianto, il pene viene quindi reso stabile in modo permanente. Per avere una erezione l’uomo deve tenere il pene e spostarlo nella posizione desiderata: in quel modo potrà avvenire la penetrazione.
Una volta consluzo il paporto, può tornare ad abbassarlo.

Come si presenta
Una volta impiantata, la protesi peniena malleabile non sarà visibile all’esterno, anche se il risulterà rigido al tatto, a differenza della protesi peniena gonfiabile, con la quale, invece , il pene appare rilassato e più normale nello stato flaccido.

Come si installa
Essendo un corpo esterno, la protesi peniena deve essere inserita all’interno del corpo attraverso un intervento chirurgico. In quanto tale, non è esente da complicanze, seppur limitate; possono infatti verificarsi infezioni, gonfiori, dolore e disagio. Una volta impiantata, si potrebbero verificare alcuni eventi tali da rendere necessario un ulteriore intervento chirurgico quali: infezione, erosione, migrazione o malfunzionamento.
E’ assolutamente indispensabile consultare il proprio medico, che saprà valutare con voi l’opportunità di un impianto di questo tipo: il medico darà poi darvi tutte le spiegazioni ed i ragguagli sull’intervento, sul funzionamento e sulla gestione del dispositivo.

Servizio in collaborazione con il portale DE SOLUZIONI

-->