Menu

31
Mar, Gen
30 Nuovi articoli

Tipografia

medico con camic e stetoscopio parla con un uomodi spalle
La Disfunzione Erettile è un disturbo che può impedire un appagante vita sessuale: si tratta della difficoltà o della impossibilità, da parte dell’uomo, a raggiungere o a mantenere una erezione per un rapporto sessuale soddisfacente. Parliamo di DE quando il problema non si verifichi sporadicamente (cosa del tutto normale), ma abbia carattere di ripetitività.
Le sue cause possono essere sia di natura fisica che di natura psicologica. Sarà quindi necessario innanzitutto comprendere l’origine del disturb, distinguendo tra cause di tipo fisiologiche, da quelle psicologiche, per intervenire in maniera mirata e con i corretti trattamenti, seguiti da un medico specialista.

Step 1: i sintomi
Il primo step è naturalmente quello di riconoscere i sintomi della DE, che sono:
- incapacità di avere una erezione
- incapacità di mantenere una erezione
- erezione insufficiente per un rapporto sessuale

Talvolta, ad accompagnare la Disfunzione Erettile sono anche altri disturbi della sfera sessuale, che vanno dal calo del desiderio a eiaculazioni precoci a causa di erezioni incomplete.

Step2: La Diagnosi
Quando si sperimentino episodi di questo tipo è fondamentale parlarne col proprio medico di famiglia, il quale ci indirizzerà allo specialista andrologo e urologo. E’ importante, una volta sperimentato il problema e ricevuta la diagnosi, anche a seguito di indagini cliniche, mantenere un dialogo con il/la partner sul problema, in modo da affrontarlo senza che questo possa compromettere la tenuta della coppia o la serenità di chi ne è colpito.

Considerando i vari processi e apparati coinvolti nel processo di erezione (apparato vascolare, sistema neurologico, ormonale, ecc), tra gli esami che il medico può prescrivere per indagini sull’origine della disfunzione, troviamo:
-        Erettrometria notturna (atta alla verifica della presenza di erezioni involontarie nella fase del sonno).
-        Esami del sangue e verifiche dei livelli degli ormoni di prolattina e del testosterone, coinvolti nell’erezione
-        Controlli dell’apparato circolatorio venoso e arterioso (es. ecodoppler penieno)
-        Valutazione delle funzionalità nervose attraverso potenziali evocati della regione sacrale
-        Visita cardiologica

Step 3: le opzioni di trattamento
Una volta giunti alla diagnosi di DE, e averne scoperte le cause, lo specialista ci proporrà l’opzione di trattamento più adatta per la nostra situazione. Esistono infatti diverse tipologie di intervento, che vanno dalla terapia ormonale, a quella farmacologica (orale o intrapeniena), a quella chirurgica (impianto di una protesi al pene).
Non va poi dimenticato l’aspetto psicologico del disturbo, che può compromettere una sereno rapporto con la propria sessualità, anche di coppia. Per questo motivo è importante affiancare, ad un trattamento eventualmente di tipo farmacologico, anche un percorso psicologico, da affrontare eventualmente con il/la partner.

Servizio in collaborazione con il portale DE SOLUZIONI

-->