Menu

Tipografia

Sono disponibili online e scaricabili gratuitamente i sei libretti realizzati da un team di esperti dello IOV che spiegano il tumore e la ricerca scientifica con un linguaggio comprensibile

Quando si parla di tumore, il sentimento che prevale è certamente la paura, poiché  si tratta di una malattia sempre più diffusa che comporta dei rischi elevati. È anche vero, però, che la maggioranza delle persone non è aggiornata rispetto ai passi in avanti che sta facendo la ricerca sul cancro, e spesso non sa neanche di preciso cosa sia questa malattia, come si sviluppa e come si può cercare di prevenirla. Partendo da questa considerazione, l'Istituto Oncologico Veneto (IOV) ha realizzato e finanziato il progetto “L'oncologia spiegata – la ricerca a vignette” che si propone di spiegare concetti complessi come quelli dell’oncologia attraverso l'utilizzo dei fumetti e con un linguaggio comprensibile a tutti.

vignetta del sistema di controllo in fabbricaDAL LABORATORIO AL FUMETTO - Il progetto è nato da un'idea del direttore scientifico dello IOV, il professor Giuseppe Opocher, che ha avviato un gruppo di lavoro per la sua realizzazione, sotto la supervision dall'esperta di comunicazione scientifica Elisabetta Mutto Accordi, e con la collaborazione del vignettista Marco Gavagnin, che ha tradotto l'intuizione iniziale in tavole a colori.

SEI STORIE PER RACCONTARE MALATTIA E RICERCA SCIENTIFICA - Sei capitoli raccontano sei storie, ognuna presentata con un booklet di otto pagine, in cui i diversi temi vengono approfonditi tramite fumetti, illustrazioni, testi e parole chiave. Ad esempio, viene spiegato il funzionamento del corpo umano, il processo tramite cui nascono delle cellule difettose che, se non vengono trattate adeguatamente, possono causare la formazione del tumore. Inoltre le vignette descrivono i traguardi raggiunti dai ricercatori, le scoperte già consolidate e i progressi raggiunti recentemente.

vignette tumoreLE METAFORE PER SPIEGARE IL TUMORE - Gli argomenti vengono spiegati attraverso l'uso di metafore, per riuscire a spiegare con parole semplici degli argomenti complessi, che altrimenti resterebbero compresi soltanto da medici e ricercatori scientifici. Per facilitare la comprensione dei processi, nei fumetti il corpo umano viene quindi rappresentato come una fabbrica di dolci con un sistema di controllo, che in questo caso sono le difese immunitarie. Oppure, una ciliegia bacata che sfugge ai controlli diventa l’ingrediente letale per una torta di compleanno mal riuscita, come allo stesso modo, le cellule difettose, non sorvegliate adeguatamente, possono portare alla formazione del tumore. Ancora, le mutazioni provocate dal tumore sono un'orchestra che stona, quando nel partito ci sono degli errori. Il DNA diventa un grattacielo in cui ogni cellula è un appartamento con dimensioni e funzioni diverse, e così via.

vignetta con la ricercatrice e un'orchestra che rappresenta il corpo umanoFUMETTI PER GRANDI E PICCINI - I fumetti sono adatti a bambini e adulti, che vogliono approcciarsi a questa malattia per la prima volta o avendo già una conoscenza pregressa sull'argomento. Le vignette sono semplici ed immediate, proprio per garantire la piena comprensione del progetto ad un pubblico che sia il più ampio possibile. L'obiettivo ultimo è quello di rivolgersi soprattutto alle persone che hanno meno possibilità di informarsi e di realizzare un materiale facilmente fruibile.

Distribuiti  nel mese scorso in alcuni supermercati Alì e Interspar a Padova in più di 246mila copie, i fumetti possono essere letti anche online, sul sito e sulla pagina Facebook dello Iov, sui portali di Croce Rossa, Ordine dei Medici e Uisp di Padova, e all'Ufficio pubbliche relazioni del comune, tutti partner di questa iniziativa.

 

 

Potrebbe interessarti anche:

La vita del caregiver spiegata a colleghi e datore di lavoro

Fumetti. I supereroi dei nostri giorni sono anche i ragazzi che combattono il cancro

L’Alzheimer a fumetti e al cinema, con "Rughe" la malattia è commozione e umorismo

Redazione