Menu

Tipografia

In una recente nota, il Ministero ha fornito indicazioni dettagliate per l’avvio delle Unità Formative rivolte ai docenti non specializzati impegnanti in classi con alunni con disabilità

Come già evidenziato nei mesi scorsi, la legge di Bilancio 2021 ha previsto la formazione “obbligatoria” per i docenti impegnati nelle classi con alunni con disabilità.

Nelle scorse settimane, con la nota 27622 del 6 settembre il Ministero dell’Istruzione ha fornito indicazioni dettagliate in merito, nonché lo schema di modulo formativo e gli obiettivi, oltre alla ripartizione delle risorse, per un totale di totale 10 milioni di euro.

I docenti dovranno partecipare ad una unità formativa per complessive 25 ore sulle tematiche riguardanti l’inclusione e sulle specificità presenti nella propria classe, attraverso corsi organizzati da singoli istituti o da reti di scuole. L’iniziativa non riguarda pertanto solo i docenti incaricati annualmente su posto di sostegno e privi di specializzazione, ma anche tutti i docenti impegnati nelle discipline che abbiano nelle loro classi alunni con disabilità, anche se con incarico annuale. A conclusione della formazione è previsto un apposito test finale di valutazione.

Va precisato che l’obbligo è di fatto attenuato nella precisazione della stessa nota: Con l’emanazione del Decreto del Ministro n. 188 del 21.06.2021 è stata data attuazione all’art. 1, comma 961, della legge di Bilancio 2021 che delinea per l’anno 2021 un sistema formativo che garantisca una conoscenza di base relativa alle tematiche inclusive per il personale docente non specializzato su sostegno e impegnato nelle classi con alunni con disabilità. Una preparazione di base di questo tipo è auspicata sin dai primi anni dei percorsi di inclusione e costituisce uno strumento di lavoro per rispondere a tutti gli alunni, in un’ottica di piena inclusione e a garanzia del principio di contitolarità nella presa in carico dell'alunno stesso. Il personale docente in questione, per l’anno scolastico 2021/2022, sarà invitato a frequentare un percorso di formazione su tematiche inclusive, secondo quanto previsto dal DM 188 citato tenendo conto delle indicazioni fornite con la presente nota e rivolta alle scuole polo per la formazione che avranno il compito di organizzare le attività formative.

Nell’Allegato A della nota si indica, a titolo esemplificativo, un’articolazione del modulo formativo che le istituzioni scolastiche potranno adottare, ovvero curvare rispetto a specifici fabbisogni nell’esercizio della propria autonomia, anche avvalendosi di specifici accordi di collaborazione con altri enti/soggetti aventi specifiche competenze per materia.

Schema di modulo formativo per 25 ore di impegno complessivo
-          Lettura e interpretazione della documentazione diagnostica: 2 ore di lezione (anche tramite moduli on-line), 2 ore di attività laboratoriale/collegiale/ progettuale, in collaborazione con ASL e specialisti clinici.
-          Riferimenti normativi: 1 ora di lezione (anche tramite moduli on-line).
-          Criteri per una Progettazione educativo-didattica inclusiva di qualità: 4 ore di lezione (anche tramite moduli on-line), 2 ore di attività laboratoriale/collegiale /progettuale, con studi di caso.
-          Didattica speciale a) per la Scuola dell’Infanzia b) per la Scuola Primaria c) per la Scuola Secondaria: 9 ore di lezione (anche tramite moduli on-line): 4 ore di attività laboratoriale /collegiale /progettuale
-          Test di valutazione: 1 ora

OBIETTIVI DELL’UNITÀ FORMATIVA

Obiettivi specifici
• conoscere la normativa vigente
• conoscere le principali tipologie di disabilità
• saper leggere e comprendere i documenti diagnostici
• conoscere e analizzare i nuovi modelli di PEI
• acquisire conoscenze di base sulla prospettiva ICF
• applicare elementi di ICF per l’osservazione dell’alunno/a nel contesto
• progettare e sperimentare almeno un intervento educativo e didattico inclusivo rispondente ai bisogni educativi di alunni/e con disabilità e della classe
• coprogettare e sperimentare almeno un intervento educativo e didattico inclusivo rispondente ai bisogni educativi di alunni/e con disabilità e della classe
• individuare criteri e strumenti per verificare il processo di inclusione, anche nell’ottica dellacontinuità orizzontale e verticale

Obiettivi trasversali
• acquisire strumenti operativi per rispondere alle esigenze della classe e della scuola
• accogliere nuovi paradigmi educativi e didattici inclusivi
• sviluppare capacità di team working
• potenziare la qualità dell’offerta formativa per la classe e per la scuola
• individuare criteri per la valutazione della qualità dell’inclusione scolastica

In disabilicom

Inclusione: centralità di condivisione e collaborazione tra i docenti

Tina Naccarato

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

-->