Menu

Tipografia

 

Potranno partecipare makers ma anche persone fisiche, enti o associazioni che abbiano progetti e soluzioni sviluppate a partire da bisogni concreti di disabili o caregiver

Le soluzioni per migliorare la vita delle persone con disabilità vanno oltre le sole carrozzine, montascale, sollevatori. Quello che di nuovo si può progettare e realizzare per facilitare la quotidianità passa infatti per la tecnologia più raffinata ma anche per soluzioni più “immediate” alle quali nessuno aveva ancora pensato, magari semplicemente trasferendo in un ambito diverso qualcosa che già esiste.

Per premiare e sostenere l’innovazione e la sperimentazione non convenzionale che migliora la qualità di vita delle persone con una malattia o una disabilità (intesa come qualsiasi diminuzione marcata della qualità della vita a causa di patologie e/o eventi traumatici), è nato nel 2016 MaketoCare, iniziativa promossa da Sanofi Genzyme. Si tratta di un contest per maker, designer e inventori, nell’ambito della Maker Faire Rome - The European Edition, che conta anche una nuova attività di ricerca in collaborazione con Polifactory e Fondazione Politecnico di Milano.

IL CONTEST MAKETOCARE - Il contest MaketoCare ha l’obiettivo di far emergere e sostenere iniziative e progetti sviluppati da maker e progettisti che, a partire da un bisogno concreto, sappiano orientare il proprio ingegno e la propria creatività per sviluppare soluzioni utili a soddisfare bisogni reali delle persone affette da qualunque forma di disabilità.
La partecipazione al contest, oltre ad essere espressamente rivolta alla comunità Maker, è aperta a tutti coloro che (persone fisiche italiane o straniere, società, enti, associazioni, fondazioni, e/o altre entità giuridiche, con residenza o sede in Italia o in altro paese dell’Unione Europea) hanno saputo cogliere un bisogno concreto proponendo una soluzione innovativa.

I PROGETTI AMMESSI - I progetti possono coinvolgere tanto nuove applicazioni di tecnologie impiegate in altri settori o tecnologie sviluppate ex novo. In entrambi i casi i progetti, oltre che essere potenzialmente realizzabili, devono essere esplicitamente finalizzati al miglioramento della vita quotidiana delle persone con disabilità o dei loro caregiver.

Sono inoltre ammesse soluzioni creative, quali ausili e altri dispositivi, tali da permettere lo svolgimento di:
•attività professionali e di studio
•attività ricreative (es giocattoli)
•attività motorie e sportive

PREMI, DATE E SCADENZE - Per poter partecipare all’edizione 2018 è necessario candidarsi entro il 15 giugno alla Call for Makers di Maker Faire Rome, nella sezione Healthcare & wellness. Il Comitato di valutazione selezionerà i progetti più innovativi e originali che parteciperanno alla finale, il prossimo 10 ottobre a Roma.
Ai due progetti vincitori, la possibilità di vivere un’esperienza in Silicon Valley grazie al supporto di ASTER, società della Regione Emilia Romagna per la ricerca e l’innovazione, e al suo presidio negli Stati Uniti. Una settimana nel cuore pulsante dell’innovazione, con un denso programma di incontri con start-up, imprese hi-tech, centri di ricerca, FabLab e università per supportare lo sviluppo dei progetti e stringere nuove collaborazioni.  Tutte le informazioni e il regolamento sono disponibili su www.maketocare.it.

Qui trovate il regolamento completo.

È possibile seguire l’iniziativa anche sulla pagina Facebook dedicata

Sull’argomento potrebbe interessarti anche:

Presentata Hannes, la nuova mano robotica che ridà il 90% delle funzionalità agli amputati

I nuovi trend di prodotti e soluzioni per la disabilità



Redazione