t>

Menù

sollevaotre a binario
scooter per disabili byco
VASCA DA BAGNO LINEA OCEANO

Typografia


L’evoluzione delle soluzioni per la disabilità dall’ultima Exposanità: sempre più spazio ad oggetti che non considerano la persona disabile un “paziente” ma un consumatore con gusti ed esigenze vari

Si è chiusa sabato 21 aprile Exposanità, il principale salone dedicato alla sanità e riabilitazione in Italia. Nella quattro giorni che ci ha visto trasferire la redazione di disabili.com nel quartiere fieristico bolognese che ha ospitato la kermesse, abbiamo avuto modo di vedere da vicino, provare e conoscere le novità del mondo disabilità e riabilitazione in fatto di ausili e prodotti, ma non solo.

Come sempre, Exposanità è stata infatti una vetrina che ha ospitato le principali aziende del settore, ma è stata anche uno spazio in cui intercettare l’interesse degli utenti e le tendenze del mercato. In particolare, su questo fronte possiamo dire che il trend che ha preso piede è quello, finalmente, di un mercato che sempre più apre a direttrici che rispondono soprattutto a creare un'offerta sempre meno medicalizzante e sempre più in linea con un affinamento e miglioramento delle soluzioni per l’autonomia della persona anziana  e con disabilità, sotto i profili estetico, tecnico, delle performance e della praticità. A queste si uniscono proposte che facilitano anche la vita di chi affianca la persona con disabilità.

TEMPO LIBERO DI QUALITA’ - carrozzina autobilanciante goingNumerose le soluzioni, ad esempio, dedicate a una fruizione del tempo libero di qualità: dalle carrozzine autobilancianti  che si muovono progressivamente con l’inclinazione avanti o indietro del busto, personalizzabili e customizzabili esteticamente come la carrozzina Going,  che inaugurano un modo cool di usare un mezzo lontano anni luce dall’estetica dell’ausilio, alle sedie elettroniche che permettono la bascula e la verticalizzazione totale, come la Permobil F5 Corpus carrozzina verticalizzanteche ti mette praticamente in piedi.

A queste si aggiungono le varie tipologie di propulsore di spinta per carrozzine che, evolvendosi, diventa richiudibile, attrezzabile con batteria slim per poterlo imbarcare in aereo, ma anche potenziato nei motori e nella batteria, consentendo un uso dalla durata più lunga e in condizioni si terreno più accidentato. Sempre più numerose sono le aziende che investono su questo genere di soluzione che ha rivoluzionato l’uso della carrozzina manuale: dalla storica Triride  che lo ha lanciato, ai modelli che possono essere utilizzati da persone con disabilità agli arti superiori, come il Batec Mini di Ottobock,  fino al Klick Klaxon, modello che unisce performance e funzionalità, con un sistema di aggancio e sgancio rapido e immediato.  

Interessanti anche le soluzioni “ibride” che creano prodotti dall’estetica super gradevole e dalla grande praticità, come Atto, lo scooterino che esce dall’idea di scooter e diventa un mezzo simpatico per spostarsi, dal peso di soli 30 kg, che ti segue anche nelle tue vacanze, grazie alla possibilità di richiudersi e diventare un vero e proprio trolley.

In linea generale vediamo quindi un affinamento delle tecnologie, che erano nate per rispondere alle basilari funzioni in quanto “ausili”, declinarsi in misura sempre maggiore anche verso l’aspetto più ludico, comodo e performante insito in queste soluzioni.
Ad Exposanità era in esposizione tra l’altro anche il prototipo di handbike che il campione Alex Zanardi ha intenzione di produrre in collaborazione con Triride a prezzi accessibili, rivolgendosi così a tutte le persone che vogliano avvicinarsi a questo sport, il quale attualmente richiede purtroppo una strumentazione dai costi spesso proibitivi.

catetere richiudibilecateteri aperti e cateteri chiudi, di ultima generazione Sul fronte della salute e dell’autonomia, rispondono  a una sempre maggiore discrezione e praticità le proposte viste ad Exposanità per un cateterismo intermittente fuori casa: da Coloplast i modelli pronti per l’uso, che si possono utilizzare anche senza guanti, in quanto ricoperti da una guaina che ne preserva l’igiene. Si tratta di soluzioni sia maschili che femminili, che sembrano lontane anni luce dal “vecchio catetere”: per farci un’idea, qui vediamo l’evoluzione di un prodotto che oggi sembra un rossetto che può stare in borsa senza crearci imbarazzi, permettendo di vivere con più serenità una operazione socialmente poco “semplice”.

Sempre per quanto riguarda il tempo libero, si aprono a nuove realtà delle proposte che puntano a favorire anche il divertimento, come quelle della linea Special Line, che tra le altre cose ha portato in fiera una nuova barca accessibile negli spazi e attrezzata con sollevatore che permette non solo di salire a bordo, ma anche di calarsi in acqua per un bagno in mare. barca con sollevatore per disabili
 
AUTONOMIA RESIDUA E SUPPORTO AI CAREGIVER - Altrettanto interessante l’offerta dedicata sia ai caregiver che affiancano la persona con disabilità, per alleggerire  il carico di assistenza, ma anche ausili che aiutano il recupero o la conservazione della residua autonomia.  Molto interessanti le proposte del nuovo catalogo AllMobility: dai piccoli grandi aiuti per la vita quotidiana, dati dalle impugnature maggiorate e con grip aumentato per afferrare posate e penne, ai taglieri, bicchieri e coperchi che aiutano chi ha problemi alle mani, alle soluzioni per deambulare: dal bastone con seduta apribile al bisogno, alla stampella con alto grip.
 
In aiuto ai caregiver, il kit di trasferimento composto da cinture, telino e disco girevole per poter agganciare in sicurezza l’utente allettato e sollevarlo senza rischio poer lui né accessiva fatica per il caregiver, per le operazioni di pulizia o vestizione.
A proposito di vestizione, molto interessante la proposta di Laianna, azienda che commercializza vestiti adattivi per persone con disabilità o con problematiche alla motilità:  zip, velcro e chiusure facilitate rendono più semplici le mosse per vestire o svestire una persona che non sia in grado di muovere gli arti. 

TRASPORTO CARROZZINE - Una conferma, infine, viene dal mondo dell’automotive: continua l’interesse dei grandi marchi per il settore del trasporto disabili. A Exposanità è stato possibile vedere e provare le numerose soluzioni esposte dai principali allestitori italiani: da Olmedo a Handytech  a Focaccia Group, con soluzioni che vanno dal pianale ribassato con rampa al sollevatore in varie formule e combinazioni anche di spaziosità: dalla monovolume al mezzo che permette di  caricare a bordo fino a cinque carrozzine.
 
NUOVI AUSILI ELETTRONICI ED INFORMATICI
– Ad Exposanità anche tanto spazio a prodotti di tipo elettronico ed informatico per la comunicazione, ma anche per il controllo ambientale e per l’accesso al pc. Particolarmente interessanti le tecnologie assistive che consentono la comunicazione alle persone con sistema di puntamento coularediversi tipi di disabilità: dal puntatore oculare in grado di far comunicare con altre persone o interfacciarsi con app e social network, al software di comando vocale per usare il pc di casa senza uso di schermi e tastiera sia per la creazione di prori file che per la fruizione di servizi online.


Redazione


Designed by Freepik