Menu

Tipografia

Capita che le persone con Sindrome di Down e le loro famiglie debbano affrontare ricorsi, revisioni o altre difficoltà burocratiche per poter godere dei loro diritti in fatto di riconoscimento della disabilità

Nel percorso per vedere riconosciuti i propri diritti di persone con disabilità, capita purtroppo spesso che i cittadini, anche in contrasto con leggi e norme che li tutelano, si trovino a dover fare i conti con ritardi, rimpalli, burocrazia.

Tali disagi sono vissuti anche dalle persone con Sindrome di Down: a segnalarlo è CoorDown, che rileva come spesso le persone con SdD e le loro famiglie raccontino di situazioni di notevole disagio nei percorsi di accertamento della loro condizione di disabilità. CoorDown segnala come molti di loro siano costretti ad affrontare defatiganti ricorsi, a sottoporsi ad immotivate revisioni, a vedersi riconoscere gradi e percentuali di invalidità differenti, a ritrovarsi negata la collocabilità al lavoro. 

Il gruppo intende quindi dare voce direttamente alle famiglie e alle persone con Sindrome di Down al fine di raccogliere le esperienze in materia, per comprendere se e quanto nella esperienza dei cittadini le prassi per il riconoscimentodella disabilità siano problematiche e farraginose, e portare avanti eventuali richieste di interventi alla politica per migliorare tali processi, con dati e fatti alla mano.

A tale scopo è stato lanciato un questionario online in cui le persone possono riportare la loro esperienza negli accertamenti di invalidità, handicap (Legge 104), legge 68/1999. Bastano pochi minuti per la compilazione del questionario, che è completamente anonimo. Tra le domande, dopo alcune informazioni generali su età e genere, viene chiesto se in passato si è percepita indennità di accompagnamento e indennità di frequenza, se si sia mai agito per ottenere la correzione/rettifica dei verbali, se si sia mai stati chiamati a visita di revisione per la condizione di invalidità e handicap, se nei verbali siano presenti richiami ad articoli di legge per le agevolazioni fiscali o il contrassegno auto, ecc.

Inizio Il questionario sarà aperto fino al 15 luglio 2022 ed è disponibile alla pagina: https://www.coordown.it/le-persone-con-sindrome-di-down-e-i-loro-diritti/

Al termine della raccolta delle risposte fornite dai cittadini, l'esito della ricerca sarà presentato pubblicamente a settembre, inviando i risultati alle istituzioni competenti, al Parlamento, al Governo e all'INPS.

Potrebbe interessarti anche:

Invalidità civile. La denuncia: ancora troppi ritardi, a discapito dei cittadini con disabilità

Importi invalidità 2022

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->