Menu

Tipografia

Il datore di lavoro di badanti, colf e lavoratori domestici deve effettuare il versamento dei contributi INPS ogni trimestre

Chi assume colf, badanti, baby sitter e altri lavoratori domestici deve versare i contributi previdenziali all'INPS per finanziare pensione, maternità, ANF, infortunio, etc del lavoratore stesso. C’è tempo fino al prossimo 10 ottobre per versare i contributi di questo trimestre. Vediamo di seguito come calcolare e come versare i contributi per un lavoratore domestico a un/a badante.

LE SCADENZE - I versamenti  contributivi ai quali è tenuto il datore hanno importi che variano sulla base delle ore retribuite e lavorate, e della retribuzione oraria (qui le tabelle retributive). 
Il pagamento dei contributi all’INPS da parte del lavoratore è trimestrale, e va fatto pertanto ogni tre mesi, con queste scadenze per il 2019:
- primo trimestre: 1-10 aprile
- secondo trimestre: 1-10 luglio
- terzo trimestre: 1-10 ottobre
- quarto trimestre: 1-10 gennaio
Il pagamento va fatto a trimestre ultimato, quindi per questo in corso va fatto entro i termini indicati qui sopra.

QUANTO SI PAGA DI CONTRIBUTI -  Gli importi dei contributi dovuti per il 2019 per i lavoratori domestici sono indicati nella circolare INPS n.16 del 1 febbraio 2019, e sono validi dal 1 gennaio al 31 dicembre 2019.
 L’esatto importo da versare varia a seconda della paga oraria e delle ore effettivamente retribuite nel trimestre in oggetto. Per calcolare contributi, tredicesime ferie, i datori di lavoro possono utilizzare un software di simulazione reso disponibile dall’INPS, che calcola l’esatto importo da versare.

COME VERSARE I CONTRIBUTI ALL’INPS - Per pagare i contributi della badante, il datore di lavoro ha diverse opzioni:
- Attraverso i bollettini MAV, precompilati e inviati direttamente dall'INPS in base al contratto stipulato tra i soggetti;
- Attraverso la procedura online del Portale dei Pagamenti, utilizzando la modalità “Pagamento immediato pagoPA” con carta di credito o debito, con prepagata oppure con addebito in conto;
- Presso tabaccherie convenzionate, sportelli bancari e altri soggetti aderenti al circuito Reti Amiche (al sito www.tabaccai.it “reti amiche” è possibile trovare una ricevitoria/tabaccheria, più vicina alla propria residenza, che ha aderito al servizio). Dal 10 giugno 2019 è possibile eseguire il pagamento dei contributi per i Lavoratori Domestici presso i 32.000 bar, tabacchi ed edicole anche con il circuito SisalPay;
- Con avviso di pagamento PagoPA che può essere stampato dal Portale dei pagamenti e contiene il codice avviso, l’importo da pagare, la data entro la quale effettuare il pagamento e le istruzioni per il pagamento. L’elenco degli operatori e dei canali abilitati a ricevere pagamenti tramite PagoPA è disponibile nel sito internet www.pagopa.gov.it


Per approfondire:

La circolare INPS n.16 dell’1/02/2019


Potrebbe interessarti anche:

Assunzione, ferie e retribuzione badante

Stipendio colf e badanti 2019: importi del CCNL


Redazione