Menu

Tipografia


Nel caso di disabilità dei figli decade il limite di età dei 14 anni e il requisito della convivenza. Il provvedimento è già in vigore

Il Decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2022, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 21 ottobre e pertanto in vigore dal giorno successivo, tra le altre misure prevede la proroga di un provvedimento a favore dei genitori lavoratori che era stato introdotto nel pieno della pandemia dall’articolo 2, comma 2, del decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30, e che era scaduto a giugno scorso.

Proroga del Congedo Covid
Si tratta del Congedo parentale Covid, un congedo straordinario che potrà essere fruito fino a fine anno da parte di genitori con figli minori di anni 14 conviventi che siano malati di Covid, in quarantena o casa in Dad. L’articolo 9 del decreto legge proroga infatti la misura fino al 31 dicembre 2021.
Di seguito vediamo in particolare quanto previsto in caso di figli con disabilità grave, per i quali decade il requisito dell’età e della convivenza.

Congedi Covid con figli disabili
I lavoratori che abbiano figli con disabilità grave con riconoscimento della Legge 104 (articolo 3 comma 3) possono, indipendentemente dall’età del figlio, astenersi dal lavoro, alternativamente all’altro genitore, in caso di:
- infezione da Covid del figlio,
- quarantena,
- sospensione dell'attività didattica o educativa in presenza o
- chiusura dei centri diurni a carattere assistenziale frequentati dal figlio.

Retribuzione durante il Congedo
Durante questo periodo di assenza, il lavoratore ha comunque diritto a percepire il 50% della retribuzione. Inoltre il periodo è coperto da contribuzione figurativa. Il permesso può essere fruito da parte del genitore del figlio con disabilità grave, sia a ore che a giorni.

Possibilità di convertire il congedo parentale in congedo Covid
Nel caso in cui il genitore abbia già fruito di periodi di congedo parentale o di prolungamento di congedo parentale dall’inizio dell’anno scolastico in corso fino al giorno dell’entrata in vigore del decreto (22 ottobre 2021) per:
a)sospensione dell'attività didattica o educativa in presenza del figlio
b)sospensione   delle attività dei centri diurni a carattere assistenziale dei quali sia stata disposta la chiusura
c) infezione da SARS-CoV-2 del figlio,
d) quarantena del figlio
potrà convertire questi periodi nel congedo Covid.

Per approfondire:

Decreto fiscale (DL 146/2021)

Potrebbe interessarti anche:

Assegno per genitori single con figli disabili
Calcolo dei permessi legge 104 per lavoro part time

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione