Menu

Tipografia

Nel corso dell’evento presentazione del libro “Il diritto sulla vita. Testamento biologico, autodeterminazione e dignità della persona”

La Scuola di Notariato del Comitato Triveneto organizza il 25 ottobre a Padova un appuntamento dedicato ai valori costituzionali, la disciplina positiva e l’etica medica in materia di biotestamento. L’evento, sotto il coordinamento scientifico di Valentina Verduci, Giudice penale del Tribunale di Padova sarà un’occasione utile per parlare della nuova disciplina sul testamento biologico e sul consenso ai trattamenti medici, i profili applicativi delle disposizioni anticipate di trattamento, del consenso informato nel rapporto medico paziente e di tutte le implicazioni etiche, morali e deontologiche dal punto di vista del paziente, delle famiglie e dei professionisti coinvolti.

Il convegno - accreditato presso l’Ordine dei Giornalisti del Veneto, l’Ordine degli Avvocati di Padova e il Consiglio Nazionale del Notariato - si terrà appunto giovedì 25 ottobre, a Padova, presso la Sala Rossini del Caffè Pedrocchi, a partire dalle ore 15:00.

Nel corso del pomeriggio interverranno, oltre a Valentina Verduci: Nicoletta De Nardus, Presidente Sezione Penale del Tribunale di Padova; Stefano Delle Monache, Ordinario di Diritto civile dell'Università di Padova; Carmine Romano, Notaio in Napoli e Componente Commissione Studi Civilistici del CNN; Carla Morando, Pediatra neonatologa dell'Ospedale Civile di Vicenza, Specialista in Pediatria; Giovanni Maria Flick, Presidente emerito della Corte Costituzionale.

L’evento sarà anche l’occasione per presentare il volume “Il diritto sulla vita. Testamento biologico, autodeterminazione e dignità della persona”, edito da Pacini Giuridica, curato dalla stessa Valentina Verduci. Il libro trae ispirazione da un convegno organizzato dal Consiglio Notarile di Bolzano, tenutosi a maggio 2018, durante il quale è stato affrontato il dibattito sul tema del fine vita, tema quanto mai attuale e delicato. La recente, attesa legge sul testamento biologico (legge n. 219/2017) fa luce finalmente su molte delle questioni che erano emerse con frequenza sempre maggiore negli ultimi anni, nate da vicende cariche di dramma e a lungo risuonate nei media. Una tematica dalle così profonde implicazioni etiche e umane non richiede soltanto una analisi tecnica di norme o di specifici provvedimenti giudiziari, ma una riflessione più ampia, che muova dai valori fondanti della nostra società, attraverso un percorso che tocchi anche la storia del pensiero, e così la prospettiva teologica, filosofica e letteraria, e che guardi alle dinamiche sociali e relazionali collegate, anche dal punto di vista dell'esperienza, del sentire e della funzione del medico.

Clicca qui per scaricare la locandina con il programma completo dell’evento

PER INFORMAZIONI:
Segreteria organizzativa
Scuola di Notariato del Comitato Triveneto
tel. 049 8755529
email scuolanotariatotriveneto@notariato.it


IN DISABILICOM:

Il Biotestamento è legge. Cosa prevedono gli articoli sui diritti del paziente per il fine vita

Biotestamento: i notai spiegano come fare le Disposizioni Anticipate di Trattamento
 

 

Alessandra Babetto