Menu

Tipografia

cartelli direzioni cittàIl concorso giornalistico Turismi accessibili premia l'accessibilità che già esiste nelle varie tipologie di turismo: culturale, enogastronomico, sportivo, congressuale, balneare, montano, termale, scolastico, religioso

 

Ospitalità accessibile, turismo per tutti, cultura accessibile sono temi che devono sfondare l’ambito ristretto della disabilità e dei suoi addetti ai lavori, entrando nelle agende di manager pubblici e privati che riconoscano in questo settore un ambito di investimento importante, in grado di generare competitività economica oltre che rispondere a una esigenza sociale.

 

Per dare voce e spazio e riconoscimento a questi temi e a quanto di positivo si fa rispetto ad essi, è stato lanciato il primo premio nazionale "TURISMI ACCESSIBILI - Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere", bandito dalla onlus Diritti Diretti.

 

"TURISMI ACCESSIBILI" premia dunque articoli, servizi radio-televisivi, spot pubblicitari, video e campagne di comunicazione realizzati da giornalisti, pubblicitari e comunicatori al fine di raccontare chi è riuscito a produrre sviluppo socio-economico unendo i concetti di attrattività, innovazione, estetica e/o sostenibilità alla cultura dell'accessibilità, dimostrando che si può fare. L’obiettivo è, quindi, far conoscere a manager pubblici e privati come l'accessibilità possa migliorare un territorio e la sua offerta turistico-culturale (pubblica e privata), con notevoli progressi sulla vivibilità delle persone che lo visitano/abitano oltre che sui profitti per il mondo delle imprese.

 

Lo scopo del premio - afferma Simona Petaccia, Giornalista e Presidente della onlus Diritti Diretti - è di dare visibilità alle buone pratiche utilizzate da realtà pubbliche e private (enti, aziende, istituzioni culturali, associazioni ecc.) che, operando direttamente o indirettamente nel settore del Turismo e della Cultura in Italia, abbiano reso la visita e la fruizione dei luoghi un evento piacevole per tutti". “In sostanza, il premio - continua la Presidente - è dedicato a chi ha superato gli ostacoli architettonici, ambientali e culturali per una fruizione agevole e sicura di mezzi di trasporto, strutture turistico-ricettive o di luoghi d'interesse artistico, storico e culturale“.

 

L’iscrizione al premio è gratuita, ci si può iscrivere dal 2 settembre 2015 fino al 22 febbraio 2016 utilizzando l'apposito modulo on-line sul sito web www.turismipertutti.it. Due i riconoscimenti in palio per i vincitori: il Premio del pubblico, con un premio del valore di  € 1.000, e il Premio degli esperti – con la consegna di una targa all’opera scelta dalla onlus Diritti Diretti.

 
**Aggiornamento: Siamo lieti di annunciare l'adesione di Disabili.com come Media Partner dell'iniziativa**

Per tutte le info:
www.turismipertutti.it


In disabili.com:

Turisti italiani con disabilità, ascoltati ancora troppo poco

Matera, Citta' Europea della Cultura 2019, vuole diffondere il virus dell'accessibilita'

Redazione