Menu

Tipografia

Il Parlamento Europeo ha dato l’ok definitivo al Digital Covid Certificate uniformato e valido per poter viaggiare in tutti i stati dell’UE senza dover fare quarantene o isolamenti

Sembra sempre più vicino il momento in cui potremo finalmente pensare a viaggi e vacanze, lasciandoci alle spalle l'isolamento causato dalla poandemia. Il Parlamento Europeo ha infatti dato il via libera definitivo al Green Pass europeo, (Digital Covid Certificate) ovvero il certificato necessario per potersi spostare nella UE, senza dover fare quarantene o isolamenti, certificando il proprio stato di salute in merito al coronavirus. Il Pass sarà infatti un documento che si basa sul fatto di aver effettuato la vaccinazione, di essere guariti o negativi al tampone da coronavirus effettuato da meno di 48 ore.

Il green Pass Europeo entrerà in vigore il 1 luglio prossimo e sarà rilasciato dalle autorità di ciascuno stato in formato cartaceo o digitale con QR code: sarà il documento che certifica che una persona è guarita dal Covid, è stata vaccinata p è risultata negativa al tampone. Peraltro, i Green pass europei dovranno essere accessibili alle persone con disabilità.

Tre le condizioni (alternative tra loro) che prevedono il via libera: vaccino effettuato, guarigione da Covid, e tampone negativo fatto da meno di 48 ore:
1. VACCINO - Rispetto al vaccino, il pass sarà valido dopo 14 giorni dalla ultima dose di vaccino ricevuta. Ogni Stato potrà decidere autonomamente di rilasciare (e riconoscere valido in entrata) il Pass anche solo dopo la prima dose di vaccino.
Per chi è stato vaccinato Il “pass” durerà 9 mesi a partire dal quattordicesimo giorno dall’iniezione che immunizza.

2. GUARIGIONE - Le persone che abbiano contratto il virus ma siano guarite devono avere un test negativo da almeno 180 giorni dal test che attestava l’infezione.
La durata del Green Pass per i guariti è invece di 6 mesi.

3. TEST NEGATIVO - Per chi non è stato vaccinato o non è guarito dal Covid c’è sempre la necessità di dimostrare di non essere infetti. Per questo motivo se si vuole viaggiare in UE bisogna essere in possesso di esito di tampone negativo. Per i test Pcr o molecolari la validità è di 72 ore, mentre per quelli rapidi antigenici è di 48 ore. Ai fini del rilascio del Green Pass gli Stati possono decidere autonomamente se ritenere validi anche i test rapidi, mentre non sono validi i test fai da te.

Per approfondire:

https://ec.europa.eu/

Redazione

Qui le ultime su Coronavirus, vaccini e disabilità

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy