Menu

Tipografia

Cooperativa aCapo crea il primo circuito di bnb accessibili a Roma, gestiti da giovani con disabilità


I bed and breakfast hanno rivoluzionato il modo di soggiornare in vacanza, permettendo di trascorrere le vacanze in un ambiente estraneo al proprio senza ricorrere alla formula dell’albergo o dell’hotel, ma non per questo meno accogliente. È con questa premessa, allargata a una possibilità nuova che abbraccia l’accessibilità degli spazi e la disabilità degli ospiti e degli host, che nasce “Hostability”.

HostAbility è un'iniziativa della Cooperativa aCapo di Roma, finanziata dalla Regione Lazio, che intende promuovere il primo circuito di bnb accessibili, i quali saranno gestiti da 18 giovani host con disabilità che verranno formati ad hoc per poter condividere con turisti il proprio spazio di vita accessibile. L’iniziativa ci sembra decisamente  interessante, quindi, almeno per due aspetti: il primo, quello di dare una possibilità a 18 persone con disabilità di essere formate per intraprendere una attività lavorativa nel settore del turismo, e il secondo, quello di inserire nel circuito turistico alcune nuove soluzioni di ospitalità accessibile, nella forma di b&b, che potranno rispondere alla domanda di alloggi fruibili da turisti con disabilità..

IL PROGETTO - Il progetto prevede un percorso di specializzazione individuale di 600 ore, nel quale i partecipanti apprenderanno le competenze necessarie per gestire con successo un'attività ricettiva extra-alberghiera. Grazie al coinvolgimento di docenti ed esperti in turismo, affiancati da psicologi, i destinatari avranno saranno messi in grado di poter gestire la propria attività turistica in tutte le sue sfaccettature: amministrazione e marketing turistico, gestione dei canali social e del proprio sito, relazioni con clienti e fornitori.

ACCOGLIENZA LIS - HostAbility prevede anche l'accoglienza in LIS. Un gruppo di 6 partecipanti sarà costituito proprio da giovani con disabilità uditiva, interessati a specializzarsi e diventare gestori di bnb dedicati all’accoglienza di turisti sordi. Tutte le attività del progetto, singole o di gruppo, saranno seguite da interpreti LIS.

IL PERCORSO - Il percorso, per tutta la sua durata, prevede un'indennità di frequenza di 6 euro/ora. I partecipanti, al termine di questo, conseguiranno una preparazione completa per:
- affrontare con sicurezza la gestione dell’attività e soddisfare le esigenze specifiche della clientela;
- promuovere il territorio, i principali eventi, i servizi accessibili da far conoscere ai visitatori
- padroneggiare tecniche e procedure turistiche

Scadenza della fase di selezione: 31 luglio 2019
Avvio del percorso: 15 settembre 2019

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito di progetto


Potrebbe interessarti anche:

Strutture e alberghi accessibili per le vacanze

Camere d’albergo accessibili a disabili e non solo: nasce il progetto di arredamento Camera Easy


Redazione