Menu

Tipografia


Ne ha risposto in merito il Ministro Speranza, al question time alla Camera

L’anno scorso avevamo dato conto di una importante iniziativa che avrebbe dovuto prevedere lo stanziamento di fondi aggiuntivi per l’erogazione, da parte del SSN, di protesi e ausili degli arti inferiori e superiori a tecnologia avanzata per permettere alle persone con disabilità di praticare sport.

La richiesta era stata avanzata dalla onorevole Giusy Versace, e aveva trovato approvazione, con l’inserimento nell’articolo 104, comma 3-bis, del cosiddetto “decreto Rilancio” (decreto legge 34 del 19 maggio 2020) che ha previsto, in via sperimentale per l'anno 2020, uno stanziamento nei limiti di spesa di 5 milioni di euro. A mancare tuttora, però, è un decreto attuativo della misura, che deve essere emanato dal Ministero della Salute.

Al proposito, il Ministro Speranza ha risposto al riguardo, durante il question time alla Camera del 20 ottobre scorso , specificando che l’iter per l’approvazione del provvedimento è ancora in corso – attualmente il decreto è al vaglio del Consiglio superiore di sanità - ma ci sono probabilità che tale misura venga finanziata nel 2022.

Così il Ministro Speranza: (…) Dopo aver condiviso il predetto schema (del decreto attuativo, ndr) con gli uffici di diretta collaborazione del Ministero, al fine di consentire l'avvio dell'iter procedurale previsto dalla sperimentazione, la Direzione generale competente ha trasmesso il provvedimento al Consiglio superiore di sanità per l'acquisizione del parere di norma dirimente in relazione alle tipologie di beneficiari, nonché dei dispositivi erogabili. Allo stato attuale, dunque, si è in attesa di un riscontro da parte del predetto organo consultivo che consenta un adeguato e doveroso inquadramento della questione. Si è trattato di un iter particolarmente complesso, trattandosi di dispositivi a tecnologia avanzata che richiedono valutazioni approfondite al fine non solo di individuare la platea dei potenziali fruitori, ma soprattutto per assicurare che l'utilizzo avvenga in condizioni di sicurezza.

Confido che, una volta definita la cornice regolatoria nelle prossime settimane, sarà possibile per gli interessati fruire di questi importanti ausili, decisivi per il miglioramento della vita. Trovo, quindi, giusto verificare la possibilità di destinare per il 2022 maggiori risorse a tale iniziativa.

Su questo argomento leggi anche:

Come avere un ausilio per disabili dalla ASL

Protesi e ausili per disabili sono costosi, aggiornate il nomenclatore!

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione