Menu

Tipografia

Indicazioni ministeriali sull’aggiornamento dei fascicoli degli alunni con disabilità nella partizione separata dell’Anagrafe nazionale studenti (ANS)
Con la nota ministeriale 0002567 del 23 agosto scorso il ministero ha fornito le indicazioni per la gestione e l’aggiornamento dei fascicoli degli alunni con disabilità nella partizione separata dell’Anagrafe nazionale studenti (ANS) sul SIDI.

Con il D.M. n. 182/20, ricordiamo, sono adottati il modello nazionale di Piano Educativo Individualizzato (PEI), le correlate linee guida e le modalità di assegnazione delle misure di sostegno agli alunni con disabilità di cui all’articolo 7 del D.Lgs. 66/17. In particolare, l’art. 4 co 10 del D.M. n.182/20 prevede che i componenti del GLO possano accedere alla partizione del sistema SIDI – Anagrafe degli alunni con disabilità, per consultare la documentazione necessaria.

Per tale ragione nella nota si sottolinea l’importanza di mantenere aggiornati i fascicoli degli studenti in tale partizione attraverso le funzioni disponibili sul SIDI attive per gli utenti abilitati e di allegare la necessaria documentazione ai fini di un corretto accesso alle informazioni, naturalmente secondo quanto previsto dalla normativa sulla privacy vigente.

A tal riguardo, si comunica che saranno rese disponibili nuove funzionalità al fine di agevolare la visualizzazione dei dati da parte degli Uffici Scolastici Regionali (USR) e di tutti gli utenti autorizzati all’accesso alle informazioni, in particolare dei componenti del GLO nell’ambito delle procedure finalizzate all’individuazione del fabbisogno di risorse professionali per il sostegno didattico e l’assistenza.

Attraverso tali funzioni gli USR potranno scegliere se richiedere alle scuole del territorio di competenza il caricamento di tutta la documentazione relativa a ciascuno studente con disabilità o richiedere alle scuole solo l’inserimento di informazioni di sintesi presenti nei documenti. Le scuole avranno la possibilità di inserire in apposite sezioni le informazioni di sintesi, eventualmente richieste dall’ USR di competenza, e dichiarare l’avvenuto aggiornamento del fascicolo.

Sono in fase di revisione ed integrazione i monitoraggi previsti per le attività di verifica degli USR e, tale ragione, il tempestivo aggiornamento dei fascicoli degli alunni con disabilità è di fondamentale importanza al fine di rappresentare correttamente l’effettiva presenza di tali alunni nell’istituzione scolastica.

Inoltre, l’art. 17 del D.M. n.182/20 prevede che per l’esame della documentazione prevista possano essere effettuati accertamenti presso il competente ufficio INPS. Anche in questo caso sono stati previsti appositi servizi sulla partizione separata di ANS, con protocollo d’intesa MI-INPS, che permettono di richiedere all’INPS una verifica della certificazione Legge 104 dell’alunno, da parte della scuola.

Si ricorda anche che è in fase di definizione e sviluppo la versione digitale dei modelli di PEI, che sono da compilarsi in modalità telematica con accesso tramite sistema SIDI da parte delle Istituzioni scolastiche e dei componenti dei rispettivi GLO, i quali sono registrati e abilitati ad accedere al sito con il rilascio di apposite credenziali, secondo quanto previsto all’art. 19 co 2 del suddetto decreto. Le funzioni saranno disponibili da settembre e con successiva comunicazione saranno fornite le indicazioni ed il manuale utente.

Infine, si ricorda di utilizzare la partizione separata di ANS anche ai fini dell’acquisizione delle informazioni utili per la definizione degli organici, la quale garantisce il pieno rispetto di quanto previsto dalla normativa sulla privacy anche per il trattamento dei dati relativi agli alunni con disabilità.

Ci auguriamo che la procedura nel suo insieme, l’accesso ad essa da parte del GLO e la più generica dematerializzazione possano essere di grande aiuto per la condivisione, per la collaborazione e, più in generale, per promuovere i processi di inclusione degli alunni e degli studenti con disabilità.

Potrebbe interessarti anche:

Inclusione scolastica: in quali casi i dirigenti scolastici possono chiedere ore aggiuntive di sostegno nel periodo estivo

Un terzo degli alunni con disabilità è senza docenti di sostegno specializzati (e andrà sempre peggio)

Tina Naccarato

Qui le ultime su Covid, vaccini e disabilità

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione