Menu

Tipografia

La Seconda Conferenza Internazionale sullo studio delle Tecnologie Assistive per persone con disabilità intellettive e multiple si svolgerà per tre giorni nella cornice suggestiva di Roma

La tecnologia ha un ruolo predominante nella vita quotidiana. Questa è ampiamente applicata in ambito della disabilità, racchiudendo quelle che vengono definite le tecnologie assistive, ovvero un insieme di tutte le innovazioni, gli ausili e i sussidi finalizzate a favorire l'autonomia delle persone con disabilità plurime.

LA CONFERENZA - Dal 19 al 21 settembre a Roma, si terrà la Seconda Conferenza Internazionale Assistive Technology for Persons with Intellectual and Developmental Disabilities rivolta in particolare a tutti i professionisti, gli operatori e gli stakeholder che lavorano nel mondo delle Tecnologie Assistive (medici, psicologi, professionisti dell’istruzione e riabilitazione, ingegneri, logopedisti, terapisti occupazionali e esperti di comunicazione aumentativa) ma aperta anche a studenti, dottorandi e professori con interesse nell’area di studio, alle associazioni dei familiari e ai produttori indipendenti di dispositivi di Tecnologie Assistive.

I TEMI TRATTATI - La Conferenza si focalizzerà su questioni come la valutazione di nuovi programmi a sostegno della comunicazione nelle persone con disabilità intellettive e multiple; progetti comprovati volti ad aumentare l'autocontrollo e ridurre i problemi comportamentali in persone con disabilità intellettive lievi e moderate.
Un occhio di riguardo sarà rivolto verso la comunicazione e le prestazioni nei bambini con disturbi dello spettro autistico; senza dimenticare un focus più approfondito sull'uso dell'eye tracking e dello studio degli effetti degli stimoli in individui con disabilità gravi.

LE TECNOLOGIE - Sarà riservato, inoltre, un ampio spazio alla tecnologia e lo sviluppo tecnologico, attraverso l'illustrazione dell'utilizzo di vari ausili tecnologici per alleviare disturbi cognitivi e comportamentali degli individui con deficit neurologici acquisiti; l'uso di robot per promuovere l'interazione ed, infine, la pratica della telemedicina e l'implementazione di interventi specifici.

I RELATORI - La Conferenza vedrà la partecipazione di relatori di fama internazionale: scienziati italiani specializzati in tecnologie assistive in ambito rieducativo e riabilitativo e gli autori degli articoli raccolti all’interno del numero speciale della rivista Advances in Neurodevelopmental Disorders, incentrata sullo studio delle disabilità intellettive.

L’OPEN DAY - Il  21 settembre 2019 dalle ore 14.30 alle ore 18.00, presso l’Università Pontificia Salesiana a Roma si terrà l'Open Day organizzato dal Centro Nazionale Malattie Rare dell'Istituto Superiore di Sanità. Un incontro interamente dedicato alle associazioni, alle famiglie, agli stakeholder e ai caregiver. L'iscrizione all’Open Day è GRATUITA.
Per informazioni e iscrizioni: atadsecretary@byebyesilos.com    


IL QUESTIONARIO - L'iniziativa è arricchita da un questionario sui bisogni informativi di pazienti, associazioni e caregiver, compilabile entro il 15 luglio. Le domande sono create per agevolare i relatori che si concentreranno su determinati argomenti, al solo scopo di colmare il «divario» fra le  capacità e aspirazioni dei diretti interessati. Il questionario è compilabile qui.


Consulta il programma competo:

www.atadconference2019.org


Potrebbe interessarti anche:

Sound Amplifier e Live Transcribe: le novità da Google per utenti sordi

La direttiva europea sull’accessibilità di prodotti e servizi: punti di forza e punti di debolezza


Redazione