Menu

Tipografia

Fand - Associazione italiana diabetici - punta sulla formazione di persone con diabete o familiari di persone ammalate, al fine di giungere a un gruppo di "diabetici qualificati"

Nella gestione di una patologia come quella diabetica, che ha bisogno di una puntuale e costante attenzione ai comportamenti quotidiani, è di prima importanza esercitarsi, apprendere e applicare forme di autocontrollo e autogestione da parte delle persone che ne sono colpite. In questo, può essere molto d’auto il supporto da parte di chi convive o ha a che fare molto da vicino con questa patologia da più tempo, con un bagaglio di esperienza importante ed una formazione adeguata alla condivisione delle conoscenze che ne derivano.

Con l’obiettivo di creare un circolo virtuoso di competenze in questo senso, la Fand - Associazione italiana diabetici - punta sulla formazione di persone con diabete o familiari di persone ammalate, al fine di giungere a un gruppo di "diabetici qualificati": persone in grado di essere da guida, aiuto e supporto ad altre persone con diabete e ai loro familiari grazie alla loro esperienze e alla formazione acquisita da specialisti.

E’ con questo scopo che è stata quindi avviata nei giorni scorsi la seconda edizione del corso nazionale per "Diabetico guida": un percorso di formazione, strutturato in undici lezioni online da ottanta minuti ciascuna, realizzato in collaborazione con le società scientifiche SID (Società Italiana di Diabetologia) e AMD (Associazione Medici Diabetologi).

Le lezioni saranno aperte a 60 persone, collegate da tutta Italia, che seguiranno le lezioni tenute da figure professionali in ambito sanitario appartenenti a SID e AMD. Al termine del percorso formativo, ai partecipanti verrà rilasciato un attestato sottoscritto dai formatori.

Possono partecipare al corso le persone che siano in possesso dei seguenti requisiti:
- essere maggiorenni
- avere il diabete da almeno cinque anni oppure
- essere un familiare di persona con diabete

«Il diabetico guida sarà la figura di riferimento che Fand intende proporre per le nuove case di comunità previste dal Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) - spiega il Presidente Fand, Emilio Augusto Benini -. Una figura importante che si inserisce nel team diabetologico e che mette a disposizione la sua esperienza di paziente e la preparazione certificata per poter diventare partecipe dell'assistenza educazionale alla persona con diabete. Ne sono prova i diabetici guida già operativi in alcune regioni d'Italia».

Il nuovo corso Diabetico guida non è il primo che FAND propone: a febbraio scorso si era svolto, in presenza a Perugia, il corso "Conta dei carboidrati". Il grande interesse registrato ha portato il gruppo a porre una azione dedicata alla formazione, tanto che Fand annuncia già una terza edizione del corso per "Diabetico guida", che si svolgerà nell'autunno prossimo. Dopo l'estate saranno disponibili programma e bando sul sito della associazione.

Per info:

www.fand.it

Potrebbe interessarti anche:

Inidonea al ruolo di capostazione a causa del diabete. Giudice condanna le ferrovie per discriminazione

Diabete. Ne soffrono 4 milioni di italiani ma l’accesso alle terapie più innovative è limitato

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->