Menu

Tipografia

Le istruzioni, le tempistiche e scadenze dell’Agenzia delle Entrate per la predisposizione e presentazione della precompilata

Maggio 2022, è tempo di dichiarazione dei redditi. Per permettere ai contribuenti di presentarla, sia che si tratti del modello 730 sia del modello Redditi, l’AGENZIA DELLE ENTRATE redige una dichiarazione precompilata, che i cittadini trovano online, sul sito dell’Agenzia stessa. Si tratta di una dichiarazione nella quale sono già inseriti i dati riguardanti redditi, ritenute, versamenti, spese detraibili odeducibili.

Verifica e modifica dei dati da parte del cittadino
A quel punto il cittadino deve verificare se i dati inseriti che lo riguardano siano corretti. A tale scopo, il contribuente può:
accettare la dichiarazione (se sceglie il modello 730) senza fare modifiche
rettificare i dati non corretti
integrare la dichiarazione per inserire, per esempio, altre spese deducibili o detraibili non presenti
inviare la dichiarazione direttamente all’Agenzia delle entrate.

Tempistiche e scadenze
E’ possibili accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate per consultare la propria precompilata 2022 (730 e Redditi) e il relativo foglio riepilogativo a partire dal 23 maggio 2022.

Dal 31 maggio 2022 sarà possibile:
- accettare, modificare, integrare e inviare ladichiarazione 730 precompilata all’Agenzia delle entrate, sempre via web.
- utilizzare la compilazione assistitaper gli oneri detraibili e deducibili da indicare nel quadro E del modello 730.
- modificare e inviare anche il modello Redditiprecompilato. I contribuenti interessati a questo modello possono solo modificarlo,integrarlo e inviarlo all’Agenzia delle entrate.
Nell’applicazione web sarà poi possibile consultare la dichiarazione trasmessa e laricevuta telematica dell’avvenuta presentazione.
Le scadenze di invio sono:
- 30 settembre 2022 per il modello 730
- 30 novembre 2022 per il modello Redditi

Come accedere
Per accedere al portale serve:
SPID - “Sistema Pubblico dell’Identità Digitale” per accedere ai servizi dellapubblica amministrazione
• Carta d’identità elettronica 3.0 (CIE)
• Carta Nazionale dei Servizi (CNS)
• credenziali rilasciate dall’Agenzia delle entrate (Entratel/Fisconline), per i soggettititolati ad averle
• credenziali dispositive rilasciate dall’Inps (solo per i residenti all’estero con undocumento di riconoscimento italiano).
In alternativa ci si può rivolgere al proprio sostituto d’imposta, se presta assistenzafiscale, a un Caf o a un professionista abilitato, al quale deve consegnare un’appositadelega per l’accesso al 730 precompilato.

L’abilitazione all’accesso come tutore, amministratore di sostegno, curatore speciale o genitore
Con le proprie credenziali di accesso si può anche operare in qualità ditutore, amministratore di sostegno, curatore speciale, genitore,rappresentante (persona di fiducia) o erede, per presentare la dichiarazione di untutelato, di un minore, di un “rappresentato” o di una persona deceduta (ovvero soggetti rappresentati o affidati alle loro cure, giuridicamente incapaci o persone che a causa di un’infermità, ovvero di una menomazione fisica o psichica si trovino nell’impossibilità - anche parziale o temporanea - di provvedere ai propri interessi).
Per accedere alla dichiarazione per conto di altri soggetti il tutore o l’amministratore di sostegno o il curatore speciale, in caso di primarichiesta, può inviare il modulo allegato al provvedimento dell’Agenzia delle entratedel 19 maggio 2022 compilato e sottoscritto con firma digitale, con ladocumentazione attestante la propria condizione.

Il modulo può essere:
- inviato tramite i servizi online “Consegna documenti e istanze”,nella area riservata del tutore, come documento informativosottoscritto con la firma digitale del rappresentante oppure come copia perimmagine di documento analogico (vedi scansione) sottoscritto con firma autografa, insieme alladocumentazione attestante la propria condizione, tramite il servizio onlinedisponibile nella sua area riservata.
- inviato in allegato a un messaggio diposta elettronica certificata (PEC), inviato a una qualunque Direzione Provincialedell’Agenzia delle entrate. In tal caso, se il modulo è redatto e sottoscritto su carta,
può essere inviata la copia informatica per immagine di documento analogico, insieme alla copia del documento d’identità deltutore/amministratore di sostegno/curatore speciale.
- consegnato personalmente a un qualsiasi ufficio territorialedell’Agenzia delle entrate ed esibire la documentazione attestante la condizione ditutore, amministratore di sostegno o curatore speciale.

Se il provvedimento di nomina giudiziaria è un documento informatico firmato digitalmente dal giudice, il modulo di richiesta e lo stesso provvedimento possono essere trasmessi con un una email inviataall’indirizzo di posta elettronica di una Direzione Provinciale o di un ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate.
La richiesta di rinnovo può essere inviata all’ufficio anche con semplice e-mail ,fornendo gli estremi dell’istanza già depositata in occasione della prima richiesta o allegando il provvedimento già depositato in ufficio e la copia del documento di identità del tutore, dell’amministratore di sostegno o del curatore speciale.

L’abilitazione all’accesso da parte del genitore
Il genitore può inviare il modulo allegato al provvedimento dell’Agenzia delleentrate del 19 maggio 2022 (Allegato 2), che contiene la dichiarazione sostitutiva(ai sensi del Dpr n. 445/2000) al fine di attestare la propria condizione di genitore,e la copia del documento di identità del minore.Il modulo è sottoscritto con firma digitale del genitore e può essere:
- inviato tramite il servizioonline “Consegna documenti e istanze” disponibile nella sua area riservata. - inviato, con lamedesima modalità, come copia per immagine di documento analogico (per esempio, una scansione) sottoscritto con firma autografa.
-inviato tramite allegato a un messaggio di posta elettronica certificata (PEC) inviato a una qualunque Direzione Provincialedell’Agenzia.
-consegnato personalmente dal genitore in un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate e, con copia di un documento di identità del minore.
Se il genitore ha presentato per conto del figlio la dichiarazione dei redditi precompilata l’anno precedente, utilizzando lo specifico servizio web disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate, e se il figlio è ancora minorenne, l’accesso è autorizzato anche per l’anno corrente.
Le abilitazioni hanno validità fino al 31 dicembre dell’anno in cui sono rilasciate epossono essere rinnovate.



Per approfondire:
Su https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/ le informazioni utili e i passi da seguire per accedere al modello precompilato e inviarlo da casa.
E’ attivo anche il servizio di assistenza ai cittadini: Assistenza telefonica: 800.90.96.96 da telefono fisso, 0696668907 (da cellulare) e
+39 0696668933 per chi chiama dall’estero, operativi dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 17, con esclusione delle festività nazionali

Istruzioni dell’Agenzia delle entrate


In disabilicom:

Guida agevolazioni fiscali

Bonus edilizi e barriere architettoniche: servono chiarimenti applicativi sulle detrazioni al 75%

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

-->