Menu

Tipografia


La Legge di Bilancio 2023 ha reso strutturale, quindi permanente, la maggiorazione che era stata introdotta solo in via temporanea nel 2022, dell'assegno universale per figli a carico nel caso di disabilità di questi ultimi: vediamo gli importi degli aumenti e quando arrivano dall'INPS

Dal 1 gennaio 2023 è entrata in vigore, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, la legge di Bilancio 2023, licenziata a fine 2022, ovvero la legge n. 197 del 2022, contenente il “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2023 e bilancio pluriennale per il triennio 2023-2025“.

Come già anticipato, la misura prescrive alcuni interventi che interessano anche le famiglie e le persone con disabilità. Tra questi punti, troviamo l’aumento dell’assegno unico e universale per i figli a carico, previsto in caso di figli con disabilità.

MAGGIORAZIONE STRUTTURALE
La maggiorazione prevista in realtà non è una completa novità, perché era già stata introdotta per il solo anno 2022 dall’articolo 5 del DL semplificazioni (D.lgs. n. 230/2021). La legge di Bilancio approvata a fine anno ha reso strutturale tale maggiorazione, rendendola quindi definitiva.
La misura prevede una maggiorazione degli importi di 120 Euro al mese per i nuclei familiari con almeno un figlio a carico con disabilità che abbino percepito, nel corso del 2021, l’assegno per il nucleo familiare ( ANF ) in presenza di figli minori e il valore dell’ISEE del nucleo familiare non sia superiore a 25.000 euro.

GLI ALTRI AUMENTI

Gli aumenti introdotti dalla Legge di Bilancio interesseranno anche altre categorie, ovvero le famiglie beneficiarie di Assegno Unico e Universale con figli di età inferiore a un anno e per i nuclei familiari numerosi, con tre o più figli a carico, con la presenza di almeno un figlio in età compresa tra uno e tre anni.
Viene previsto un aumento del 50 per cento:
–dell’assegno, da applicare agli importi spettanti secondo le fasce Isee di riferimento, per i nuclei familiari con figli di età inferiore a 1 anno;
- della maggiorazione forfettaria, per i nuclei con almeno 4 figli, che sale a 150 euro mensili a nucleo;
-dell’assegno per i nuclei familiari numerosi, con tre o più figli a carico, limitatamente ai figli di età compresa tra uno e tre anni per i quali l’importo spettante per ogni figlio aumenta del 50%, per livelli di ISEE fino a 40.000 euro.

QUANTO AUMENTANO GLI ASSEGNI
Gli importi definitivi saranno comunicati con una successiva circolare dell’INPS, anche per tenere conto della rivalutazione legata all’aumento del costo della vita, che sarà resa nota con decreto ministeriale entro la metà di gennaio.

QUANDO ARRIVANO GLI AUMENTI

Gli aumenti, rivalutati a norma di legge, saranno erogati a partire dalla mensilità di febbraio 2023, fatto salvo il diritto ad eventuali conguagli spettanti a decorrere da gennaio 2023. A comunicarlo è stata la stessa INPS.

Per approfondire

Legge di Bilancio 2023 nella Gazzetta Ufficiale n. 303 del 29 dicembre 20223

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->