Menu

Tipografia


L’INPS recepisce l’orientamento della Cassazione e ribadisce che l’assegno mensile di invalidità ha, tra i requisiti necessari, l’inattività lavorativa della persona disabile

L’INPS ha pubblicato un messaggio (il n.3495 del 14 ottobre 2021) nel quale ribadisce che il requisito dell’inattività lavorativa per poter ottenere l’assegno mensile di invalidità civile è indispensabile.

L’Istituto ha ritenuto necessario pubblicare queste precisazioni per una corretta interpretazione di quanto stabilito dall’articolo 13 della legge n. 118/1971 relativo all’assegno mensile di invalidità (ovvero l’assegno per gli invalidi civili parziali), ed in particolare all’inattività lavorativa della persona invalida destinataria della misura, alla luce delle diverse pronunce della Corte di Cassazione (in particolare la n. 17388/2018 e la n. 18926/2019), che identificano lo svolgimento dell’inattività lavorativa come un elemento costitutivo del diritto alla prestazione assistenziale.
Che cosa significa: che per poter accedere all’assegno mensile di invalidità è necessario che il beneficiario non svolga alcuna attività lavorativa, a prescindere dal reddito ricavato.

INATTIVITA’ REQUISITO NECESSARIO
Nel suo messaggio, quindi, l’INPS ribadisce che dal 14 ottobre 2021 l’assegno mensile di invalidità sarà liquidato, fermi restando tutti i requisiti previsti dalla legge, solo nel caso in cui risulti l’inattività lavorativa del soggetto invalido beneficiario.

ASSEGNO MENSILE DI INVALIDITA’ REQUISITI E IMPORTI
Ricordiamo che l’assegno mensile di invalidità viene erogato per 13 mensilità agli invalidi civili tra i 18 e i 67 anni (dopo si trasforma in assegno sociale, ndr) che abbiano questi requisiti:
- percentuale di invalidità tra il 74% e il 99%
- che non svolgano alcuna attività lavorativa
- con un reddito personale che non può superare 4.931,29 euro per il 2021.
L’importo 2021 dell’assegno di invalidità civile è di 287,09 euro.
L'assegno è incompatibile con altre pensioni di invalidità e con pensioni di invalidità di guerra, lavoro e servizio.

DICHIARAZIONE ANNUALE
Ricordiamo a questo proposito che gli invalidi civili titolari di assegno mensile (invalidi parziali) sono tenuti presentare ogni anno all’INPS il modello ICLAV - Invalidità Civile LAVoro- con il quale si autocertifica la permanenza o meno del requisito della inattività lavorativa. Nel caso di persone con disabilità intellettiva o psichica in sostituzione della dichiarazione può essere presentato un certificato medico che riporti la patologia. (Legge 23 dicembre 1996, n. 662, art. 1 comma 254).

Per approfondire

Messaggio INPS 3495 del 14 ottobre 2021

Sentenza Cassazione n. 8926/2019

Legge 118/1971

In disabilicom

Come fare domanda di invalidità

Importi invalidità 2021

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione