Menù

Typografia

LAVORO DISABILI - SPECIALE

disabili al lavoro

Il reinserimento lavorativo della persona con disabilità da lavoro

La legge 190/2014 attribuisce all’Inail competenze per il reinserimento e l'integrazione lavorativa delle persone che abbiano conseguito disabilità da lavoro.

In attuazione a questo, è stato sancito l’impegno dell’Istituto  con la determinazione presidenziale 11 luglio 2016, n. 258 ("Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro”) e la relativa circolare applicativa Inail 30 dicembre 2016, n. 51 riguardo al reinserimento lavorativo della persona con disabilità da lavoro.
Con il Regolamento e la relativa circolare attuativa l’Istituto aveva disciplinato, in fase di prima applicazione, i soli interventi mirati alla conservazione del posto di lavoro, necessari a dare sostegno alla continuità lavorativa degli infortunati e dei tecnopatici, successivamente al verificarsi di un evento lesivo o dell’aggravamento delle limitazioni funzionali preesistenti conseguenti a un infortunio sul lavoro o a una tecnopatia.

I documenti sono :

"Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro”, in attuazione dell’articolo 1, comma 166, Legge 23 dicembre 2014, n. 190

Con Circolare n. 30 del 25 luglio 2017  l’Istituto ha  allargato, in via sperimentale, anche ai nuovi assunti il regolamento che prevedeva  tutele al solo reintegro, fermo restando che “le competenze conferite all’Istituto dal comma 166, con riferimento alla ricerca di nuova occupazione in favore delle persone con disabilità da lavoro sono, comunque, condizionate da attività di diretta competenza di altri soggetti istituzionali” e quindi “gli interventi finalizzati alla ricerca di nuova occupazione potranno essere oggetto di compiuta disciplina solo a seguito della piena attuazione delle disposizioni in materia di politiche attive e servizi per il lavoro”. Le disposizioni previste dal Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da e le relative modalità operative si applicano anche in favore di persone con disabilità da lavoro causata da un evento infortunistico o tecnopatico tutelato dall’Inail, alle quali un datore di lavoro offra una nuova occupazione per lo svolgimento di un’attività lavorativa, non necessariamente soggetta a obbligo assicurativo Inail.

Articoli correlati:

Bonus da 21 milioni per il reinserimento lavorativo dei disabili

Fino a 150mila euro alle aziende che reintegrano o assumono persone con disabilità da lavoro

 

 

Torna alla home di LAVORO DISABILI