Menu

Tipografia

I volumi di questa casa editrice per bambini sono piccoli gioielli che fanno accedere alla lettura anche chi ha difficoltà

Conosciamo da tempo la casa editrice uovonero: una realtà interessantissima impegnata nell’editoria di qualità, attenta alle molteplici esigenze di lettura, tanto da promuovere, insieme ad altri, testi non riadattati ma appositamente realizzati per chi non legge in modo “normale”. Tutto, nei  volumi di uovonero, è studiato per agevolare la lettura: dai formati, ai font, agli spazi, alle immagini, agli a capo. Allo stesso tempo, uovonero promuove storie che danno voce alla diversità nelle sue varie forme, favorendo la curiosità e uno sguardo nuovo su ciò che ci circonda e che ci potrebbe spaventare.  

I LIBRI IN SIMBOLI - Nel catalogo uovonero trovano spazio quindi libri che possono  essere letti, ammirati e compresi anche da bambini e persone con vari disturbi della lettura: non solo con difficoltà di apprendimento, linguistica o di comunicazione, ma anche stranieri, ad esempio. Lo strumento è l’utilizzo di un codice iconografico che si affianca a quello verbale: le parole delle storie sono affiancate a simboli che le rappresentano, per cui nella lettura il bambino avrà a disposizione due codici che possono agire contemporaneamente come rinforzo, od essere usati alternativamente e singolarmente. Si tratta di una scrittura che utilizza le tecniche di Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA), in realtà utile anche per tutti i bambini che ancora non leggono.

libri in simboli

I LIBRI DI CAMILLA – Oggi, in particolare, vi parliamo della nuova Collana di Albi Modificati Inclusivi per Letture Liberamente Accessibili (CAMILLA), che si affianca alla collana Pesci Parlanti di fiabe tradizionali edite in simboli PCS e nell’esclusivo formato sfogliafacile® (ve ne parlavamo qui).
CAMILLA è un progetto che sposa a pieno la filosofia uovonero: rendere accessibili a tutti – compresi i bambini con difficoltà di lettura - i migliori libri. A entrare nella collana saranno, pertanto, alcuni albi illustrati di successo dei principali editori italiani per l’infanzia, ripubblicati in versioni con simboli CAA, allo stesso prezzo delle versioni standard.  Fanno già parte della collana, e possono essere acquistati online o in libreria:
Che rabbia! di Mireille d’Allancé, Babalibri
Le parole di Bianca sono farfalle di Chiara Lorenzoni e Sophie Fatus, Giralangolo
Lindo Porcello di Eric Battut, Bohem Press
Il piccolo coniglio bianco di Xosé Ballesteros e Oscar Villan, Kalandraka
Piccolo Uovo di Francesca Pardi e Altan, Lo Stampatello

copertine libri disabili


I LIBRI CHE RACCONTANO LE DIVERSITA’ -
Come dicevamo, anche nei contenuti uovonero si distingue. Interessante, in particolare, la collana dei Geodi, che parla di chi è diverso: libri che aiutano a non esserne spaventati, ma a conoscere, approfondire, essere curiosi, accettare. Dei Geodi segnaliamo in particolare la nuova uscita, l’albo illustrato La bambina che andava a pile di Monica Taini, un racconto in bianco e nero per raccontare la sordità e i suoi significati, come viene presentato.
Per Monica comunicare non è come per gli altri: è nata sorda, e vive in un mondo silenzioso. Per lei, tutta la giornata è come una lunga ora di lingua straniera, durante la quale può solo inseguire parole sfuggenti. Il buio le è nemico, e troppo spesso lei viene additata come la “diversamente abile”, la “minorata sensoriale”, la diversa. Eppure, Monica ha altri modi per comunicare: mani e bocca, le sue due voci. Quando il buio le è nemico, le sue protesi acustiche e le batterie che l’alimentano riescono a riempire il suo mondo di suoni. E anche se a volte gli altri se lo dimenticano, lei è anzitutto Monìc: una persona.
In appendice al libro, la cui autrice e illustratrice è una ragazza sorda dalla nascita, un glossario semiserio di cultura sorda porta il lettore a sorridere di chi è sordo e di chi non lo è. Ma soprattutto, un glossario che rappresenta un’occasione ulteriore per avvicinarsi al mondo dei sordi attraverso i loro occhi e le loro parole, riflettendo sulla diversità e sui pregiudizi.

I libri di uovonero si trovano nelle principali librerie e nei negozi online. Inoltre, se vi trovate nel capoluogo piemontese, vi consigliamo assolutamente una visita allo stand della casa editrice, in questi giorni e fino al 14 maggio 2018 al Salone Internazionale del Libro di Torino, al Pad. 2, Stand H22-J21!

Per info:
www.uovonero.com

Potrebbe interessarti anche:

Mi sento un pesce sull’albero: ti racconto la mia dislessia


Francesca Martin