Menu

Tipografia

persona assistita in un letto Sciopero della fame e della sete, al governo richiesto l'impegno su dimiciliarità, Isee e Fondo per la non autosufficienza


Torna a protestare in maniera forte il Comitato 16 Novembre, in rappresentanza dei disabili gravissimi, per chiedere al Governo attenzione e soprattutto risposte.

Quaranta malati gravissimi con tracheostomia, si legge sul comunicato stampa, porteranno avanti uno sciopero della fame totale da casa iniziato ieri, 6 maggio.

La motivazione? La mancata presenza, a detta del Comitato 16 Novembre, di risposte positive da parte del Governo alle richieste di attivare un tavolo interministeriale sul piano nazionale per la non autosufficienza, "promesso a fine 2013 insieme all'aumento del fondo nazionale per la non autosufficienza, abbiamo deciso di scendere di nuovo in piazza per difendere i diritti fondamentali delle persone con disabilità grave e gravissime".

Il 7 maggio, annuncia Salvatore Usala, che del gruppo è segretario e portavoce, dalle ore 10,30 inizierà  un presidio permanente davanti il Ministero dell'Economia in via XX Settembre 97 a Roma.  Non andranno per la leggera, i manifestanti. "Faremo lo sciopero della fame e della sete totale, non ricaricheremo le batterie. Senza le risposte adeguate ai nostri tre punti di "CIVILTÀ" ci lasceremo morire, ci "AUTOROTTAMEREMO".


 Ma cosa a chiede il gruppo? Tre essenzialmente i punti chiave di questa protesta:

DOMICILIARITA' INDIRETTA -  Innanzitutto la convocazione immediata di un tavolo interministeriale, aperto a regioni e associazioni, per discutere e avviare un piano nazionale sulla non autosufficienza, favorendo, potenziando e omogeneizzando su tutto il territorio nazionale la domiciliarità indiretta.

 

MODIFICHE ISEE - Al Governo è richiesto l'impegno immediato per eliminazione dal calcolo dell'ISEE delle provvidenze sociali esenti dall'Irpef.

 

FONDO NON AUTOSUFFICIENZA -  Infine, la richiesta è alla erogazione entro maggio del fondo della non autosufficienza con rispetto degli accordi: 30% di 275 milioni più 75 milioni per i gravissimi 24 ore.


PER INFO:

 

http://comitato16novembre.blogspot.it/

IN DISABILI.COM:

NEL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA RISORSE PER TUTTE LE GRAVISSIME DISABILITA'

SLA E PATOLOGIE GRAVI: C'E' L' INTESA TRA L'INPS E LE ASSOCIAZIONI


Redazione