Menu

Tipografia

smart elettricaL’iniziativa è promossa da Insettopia, la community nata da un’idea del giornalista Gianluca Nicoletti, padre di un ragazzo autistico

Il 18 settembre a Roma ci sarà un singolare corteo formato da Smart elettriche di ultima generazione, con a bordo ragazzi autistici, accompagnati dai loro genitori. Si tratta dell’ultima iniziativa di Insettopia, la community fondata dal giornalista Gianluca Nicoletti, papà di Tommy, ragazzo con autismo.

Il corteo, che partirà alle 14 e arriverà anche al Campidoglio, attraversando Pincio, Trinità dei Monti, piazza di Spagna, via della Croce, via del Corso, piazza Venezia, Campidoglio, via Petroselli, Quirinale, piazza Barberini, piazza Indipendenza, piazzale Aldo Moro, terminerà a piazzale Aldo Moro dove, preso la sede del Cnr, ci sarà presentazione dei progetti del gruppo. Tra questi, una iniziativa promossa in collaborazione con un concessionario romano, che metterà a disposizione una ventina di Smart elettriche a un prezzo quasi simbolico, per permettere a questi ragazzi, troppo spesso relegati n casa, di circolare, accompagnati dai genitori-autisti per la Capitale, compresa la Ztl, parcheggiando gratuitamente sui parcheggi a strisce blu.
L’iniziativa, riporta Redattore Sociale, è frutto della collaborazione con Aci Roma e Aci consult, resa possibile grazie a una convenzione con Edilfar rent, un partner per la mobilità di Mercedes Benz Roma che noleggia auto e che dispone di una serie di Smart elettriche presso il parcheggio di piazzale delle Muse, dove i genitori di ragazzi autistici potranno prenderle per tutta la giornata e portarli a spasso per la città. Il tutto a un prezzo molto più basso rispetto a quello applicato abitualmente, con l’obiettivo di rendere la città meno nemica di questi ragazzi, ma più accessibile e visitabile.

Rispetto al corteo del 18 settembre, ha dichiarato Nicoletti: “Arriveremo impavidi fino al Campidoglio, faremo vedere ai nostri ragazzi i loro amministratori impegnati nell’alacre lavoro quotidiano, se vorranno scendere a salutarci faremo loro  conoscere quella specie aliena e misteriosa di esseri che vengono chiamati “autistici”, perché finalmente imparino a distinguerli dai loro autisti”. Continua Nicoletti: Sarà una bella passeggiata per gli autistici che amano viaggiare in auto, che male sopportano i rumori, che nella maggior parte del loro tempo se ne stanno invece rinchiusi a casa. Sarà una bella passeggiata anche per madri e padri che faranno da autisti degli autistici e si sentiranno per un pomeriggio di aver riconquistato quella città che sembra sempre più ostile a sopportare persone così fragili come i loro ragazzi”.


Per info:

insettopia.it

L’itinerario

IN DISABILI.COM:

Video virale: cosa succede nella mente di un bambino autistico

Variazioni comuni nel DNA sono la causa principale di autismo

Redazione