Menù

viaggi disabili
giochi bambini disabili
triride scooter  disabili

Typografia


Un festival del cinema interamente gestito da un gruppo di ragazzi con Sindrome di Asperger a partire dalla selezione dei film stessi in concorso

Torna questo weekend nelle giornate di oggi e domani (10-11 dicembre 2016) la quarta edizione dell'As Film Fest (AsFF), il primo festival internazionale di cinema ed arti visive realizzato con la partecipazione attiva di persone che si riconoscono nella condizione autistica e nella Sindrome di Asperger.

UN FESTIVAL DIVERSO – È, l’AS Film Fest, un festival speciale, diverso, peculiare. Un festival che se, a una prima occhiata può sembrare uguale a tanti altri festival cinematografici, con proiezioni, giurie e premiazioni, in realtà è profondamente unico.
Prima di tutto per le tematiche che affronta, ma soprattutto perché è interamente organizzato e autogestito da un gruppo di ragazzi la cui condizione difficilmente, in altri contesti, consente di interagire con facilità in un team di progetto, in un gruppo di lavoro. Tramite il cinema si apre per questi ragazzi la possibilità di conoscere un modo nuovo di esprimersi, di poter dare la loro opinione, di iniziare ad interagire, per scoprire limiti e potenzialità in un percorso di crescita insieme fino ad arrivare ad avvicinarsi pian piano alla collettività della rete sociale in cui vivono.

I PROMOTORI - Il festival è solo l'ultima fase di un lungo percorso che sta dietro a tutto questo. L’As Film Fest è curato dall'associazione Not Equal, che da anni promuove iniziative ed attività volte a stimolare la crescita e l'integrazione delle persone con autismo e sindrome di Asperger. Primo interlocutore e sostenitore da sempre dell'Associazione è il Gruppo Asperger onlus con particolare riferimento alla sezione Lazio e con esso l’ANG, l'Agenzia Nazionale per i Giovani (che tra l'altro ha inserito il progetto tra le buone prassi europee in materia di inclusione e socializzazione di giovani).
Ma partecipano caldamente e appoggiano l'iniziativa anche l'associazione Astarte, il programma Pegaso e la rivista Confronti che ha indetto un premio specifico a lei intestato, “Confronti, Cinema come rappresentazione del sociale”.
Mediapartnership di As Film Fest è la Rai con Rai Movie, Rai Cultura, Rai Cinema e poi Repubblica.it, Cinecittà News ed altre realtà di spicco nel mondo del cinema.
Grazie al contributo della Regione Lazio l'associazione ha potuto organizzare un tour in giro per l'Italia per farsi conoscere che si protrarrà per tutto il 2017 ed in collaborazione con l'8 x 1000 della Chiesa Valdese “esporterà” il festival in diverse città italiane.

IL LAVORO DEI RAGAZZI - L'evento si terrà presso l'auditorium del MAXXI, Museo nazionale delle Arti del XXI secolo della capitale: nei due giorni sarà proiettata ed esaminata dalle giurie preposte una rassegna di cortometraggi selezionati esclusivamente da ragazzi autistici dell'associazione Not Equal.
Questi ragazzi hanno dovuto compiere un lavoro non da poco e si sono assunti una bella responsabilità nello scegliere chi “mandare avanti e chi no” (come si dice nelle logiche televisive) scegliendo i filmati a loro avviso più belli, più evocativi e di spessore per questa edizione dell'AsFF.
Hanno dovuto visionare quasi 3000 cortometraggi provenienti da oltre 115 Paesi, ciascuno dei quali raccontava una storia degna di essere tramandata.
Non solo storie di autismo, ma anche storie di attualità, che considerano problemi rilevanti del mondo di oggi: storie di migrazione, di fuga dal proprio paese d’origine, storie di miseria e di guerra; storie di terrorismo, di razzismo, storie di bambini soli e abbandonati, di contesti difficili ma anche storie di integrazione.

LE SEZIONI DEL FESTIVAL - Le sezioni del Film Festival, in base alle quali sono anche stati scelti gli elaborati sono tre:
- Point of Views, il concorso per filmmaker internazionali;
- Punti di Vista, il concorso dedicato ai filmmaker italiani;
- Animation Now!, il concorso internazionale di cinema d’animazione.
Per quanto riguarda le produzioni cinematografiche che raccontano la condizione autistica e cercano di rappresentare nel cinema il vissuto e il portato dei sentimenti di queste persone, è stata mantenuta una sezione apposita, denominata “Ragionevolmente Differenti” non in concorso.

NOMI NOTI IN GIURIA - Molti gli esperti coinvolti fra critici cinematografici, giornalisti, scrittori, registi, fotografi, chiamati a fare da giuria per eleggere i cortometraggi migliori. Ci sono varie giurie a seconda delle varie sezioni di cui si compone il festival. Tra i più noti, Anna Maria Pasetti (critico cinematografico de “Il fatto quotidiano”), Antonietta De Lillo (regista), Cristiana Paternò (giornalista), Emanuele Rauco (critico mymovies), Giuliano Montaldo (regista), Lella Costa (attrice)...
Per la sezione Animazione sarà presente Davide De Cubellis (illustratore, fumettista e storyboard artist), Daniele “Dandaddy” Babbo (regista), Paolo Bassotti (scrittore) e tanti altri.
Sarà comunque la FICC, Federazione Italiana Circoli del Cinema ad assegnare il premio al miglior cortometraggio internazionale.

NON SOLO FILM - Oltre alla rassegna cinematografica, i ragazzi dell'associazione Not Equal hanno anche curato altri momenti suggestivi del Festival. Momento fra i più attesi, ad esempio, è la messa in scena dello spettacolo “Shakespeare non lo avrebbe mai fatto”, forma di teatro sociale curata dal Programma Pegaso in collaborazione con Astarte che fa recitare sul palco, davanti a un pubblico di persone, 25 ragazzi in condizione autistica.
Inoltre sono in programma momenti di storytelling e narrazione, incontri speciali con professionisti nel mondo dell'editoria, della grafica e del cinema che si racconteranno al pubblico intervistati dagli stessi ragazzi autistici.
Si parlerà, tramite AsFF labs, di come arte, cultura e tecnologia possano diventare mezzi per promuovere l’inclusione di persone neuro-diverse.
Ci saranno momenti di confronto con persone impegnate nell'integrazione dei ragazzi con Sindrome di Asperger, come gli ideatori di ASPIE RADIO, la radio secondo i giovani con sindrome di Asperger; i curatori di ASPIE KIT, uno strumento per apportare maggiore consapevolezza sull'autismo nelle scuole; lo staff di BARIKAMA', cooperativa gestita da ragazzi africani che organizza tirocini formativi per giovani nella condizione autistica.

Insomma, in questo weekend abbiamo un palinsesto ricco di appuntamenti e belle esperienze da non lasciarci scappare.

Ci piace chiudere con le parole di AsFF, che racconta così la propria mission: “AsFF intende contribuire alla diffusione di una cultura dell’autismo mostrando la neurodiversità sotto una nuova luce, non semplicemente in quanto handicap o mancanza, ma come forza, come risorsa, come punto di vista diverso sulla realtà, secondo l’idea per cui “Il mondo ha bisogno di tutti i tipi di mente" (Temple Grandin)”.

Dove e quando
sabato 10 e domenica 11 dicembre

MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo
Via Guido Reni 4/a, Roma

Per info:
Programma del Festival
www.asfilmfestival.org
info@asfilmfestival.org

In disabili.com:
Autismo: storie di disagio ma anche di speranza
Spettro autistico: conoscere la Sindrome di Asperger per intervenire in modo adeguato


Donata Viero