Menu

Tipografia

La speciale vela e il maniglione di sicurezza applicabili alla tavola SUP Multitasking consentono di personalizzarla in base alle necessità e al livello di dimestichezza con la disciplina

(Publiredazionale)

Originario delle Hawaii, lo Stand Up Paddle, spesso abbreviato semplicemente in SUP, è uno sport che prevede lo scivolamento in acqua usando una tavola e una pagaia. Con le prime testimonianze che risalgono addirittura a prima del 1800, oggi il SUP è sport sempre più in crescita tra i praticanti di sport acquatici perché permette di avere un contatto più diretto con l’acqua e una sensazione di libertà assoluta.

Oggi andiamo alla scoperta del SUP e di come questo, con la tavola e gli ausili giusti, sia accessibile anche ai disabili. Ad aiutarci, attraverso qualche domanda che abbiamo voluto rivolgergli, il dott. Napoleone Neri, Coordinatore e Responsabile Marketing dell’azienda bolognese Flo’sail Srl, che realizza proprio una speciale tavola da SUP adatta a persone disabili e a chi ha ridotte o impedite capacità motorie.

tavola da sup per disabili vicino ad una ragazza sulla sedia job al mareIl SUP è uno sport che in Italia ha preso piede da poco più di una decina d’anni, non tantissimo quindi. Come è nata l’idea di sviluppare un business interamente dedicato alle attrezzature da Stand Up Paddle?
Il SUP è derivato dal Surf, e ha fatto proseliti soprattutto tra le persone animate da uno spirito sportivo, lo sviluppo tecnico delle tavole ha seguito l’alveo della pratica sportiva e si quindi indirizzato a persone soprattutto giovani e prestanti.
Il team di progettazione di Flo’sail ha pensato che anche per il SUP, così come è avvenuto per la bicicletta, ci fosse l’esigenza di innovare nell’attrezzatura per dare la possibilità a delle persone con poca acquaticità e limitate nei movimenti di esercitare lo sport acqueo dello Stand Up Paddle.
Il team, composto da esperti di materiali e yacht designer e guidato da me, che un’esperienza di velista alle spalle, ha deciso di progettare una nuova tipologia di SUP con l’intento di migliorare la performance idrodinamica della tavola e fornire molteplici funzioni d’uso, sei maniglie di sicurezza, appunto Mutitasking.
Il progetto ha preso concretezza grazie alla visione della imprenditrice Flora Baroncini che ha sempre creduto nell’innovazione nel settore SUP per dare la possibilità anche alle persone limitate nei movimenti di vivere gli spazi acquei, così come è avvenuto nello sport ciclistico.

tavola da sup chiamata multitasking

La vostra, però, non è una tavola qualsiasi. Il SUP MultiTasking rappresenta, infatti, un’innovazione brevettata; ci racconta che cosa lo rende diverso da tutti gli altri?
tavola da sup con maniglione
La tavola Multitasking di Flo’sail nasce con molteplici innovazioni, una delle più importanti è rappresentata dalle appendici idrodinamiche che, sfruttando il principio di Bernoulli, generano una straordinaria stabilità e spinta dinamica. L’appendice (ansa lunata) è brevettata e fornisce un inaspettato aiuto nella risalita dall’acqua per le persone con poca prestanza fisica. A poppa, la tavola è dotata di uno schienale che permette performance particolari come la conduzione coricata della vela “SUP Optimist”.

SUP Optimist”, infatti, è una vela piccola e leggera che si contraddistingue proprio per la conduzione coricata di cui ci parla il dott. Neri. Questo aspetto, fin da sé, la rende adatta a un utilizzo da parte dei disabili, che sono così messi nelle condizioni di sviluppare una attività divertente a contatto con l’acqua. Fare vela sulla tavola Flo’sail permette uno stupendo approccio con il mare o il lago, una sensazione bellissima di libertà e un gioco divertente di contatto con il vento.

L’altro adattamento che Flo’sail ha progettato per chi ha ridotte o impedite capacità motorie è il “SUP Maniglione”. Quest’ultimo, fissato sulla coperta della tavola, rappresenta un’attrezzatura adaptive progettata per le persone disabili che consente di svolgere numerose attività acquatiche in piena sicurezza, come ad esempio pagaiando in piena autonomia.

In sostanza, SUP Multitasking è un nuovo strumento che permette di muoversi nell’ambiente acqueo con la forza delle braccia o del vento, un percorso simile a quello che è stato l’handbike per il ciclismo.

Torniamo ora a parlare col dott. Neri degli adattamenti pensati per i disabili per la pratica dello Stand Up Paddle proprio grazie al SUP MultiTasking. Com’è nata l’idea di realizzare da un lato vela “SUP Optimist” e dall’altro il “SUP Maniglione”?
L’attività dei disabili svolta in piscina con o senza istruttori è fondamentale, è una pratica sportiva che sviluppa fattori socio-riabilitativi importantissimi. Guardando il grande lavoro degli istruttori e parlando con loro, ho colto che per le persone disabili l’esigenza di motricità acquatica non può finire in piscina e questo soprattutto per i mesi estivi.
Andando per mare ho visto più volte persone disabili che cercavano un approccio con l’acqua senza però riuscirvi, è nata così l’idea di alcune semplici soluzioni alla portata di tutti per fare attività all’aria aperta. Un ragazzo mi ha detto: non voglio stare sulla battigia seduto sulla carrozzina guardando gli altri che si divertono, io in acqua potrei beneficiare di una certa mobilità, vorrei stare in acqua e godere del rumore del mare che copre i miei pensieri. Da questa frase è nata la vera motivazione.
Pensando allo storico Optimist, una goffa deriva con vela, utilizzata per introdurre i principianti allo sport della vela, è nata l’idea di applicare una piccola vela con albero vincolato alla tavola gonfiabile, dopo diversi anni di studio e vari prototipi è nato il “SUP Optimist” a conduzione coricata. Inoltre, le persone disabili ovviamente non sono in grado di pagaiare stando in piedi, serviva un supporto: di qui il “SUP maniglione” che permette di salire a bordo e di pagaiare in modalità kayak.

tavola da sup con maniglione
Come i nostri lettori sanno bene, ai portatori di handicap con connotazione di gravita è riconosciuta l’applicazione dell’IVA al 4% - anziché al 22% - sull’acquisto di tutti quei prodotti e ausili finalizzati alla compensazioni di disabilità o menomazioni e che contribuiscono al raggiungimento della maggiore autonomia possibile da parte dell’invalido. In generale, secondo quando indicato dall’apposita Guida agevolazioni fiscali persone disabili dell’Agenzia delle Entrate, per accedere all’aliquota scontata è necessario presentare al venditore apposita prescrizione dell’ASL o copia del verbale d’invalidità in cui sia indicato l’handicap grave.

Come si colloca l’acquisto di SUP Multitasking e degli adattamenti alla luce di queste agevolazioni?
Anche la tavola SUP Multitasking potrà beneficiare dell’IVA agevolata 4%, per accedervi è sufficiente fornire la documentazione richiesta dalla Legge 104/92.

Oltre a ciò Flo’sail cosa sta facendo per favorire l’accesso delle persone disabili a queste nuove attività di Stand Up Paddle?
Flo’sail sta sostenendo un programma di ricerca del CUSI – Centro Universitario Sportivo Italiano che attraverso il CUS di Lecce svolgeranno una attività di studio sull’utilizzo del SUP Multitasking. La ricerca condotta da esperti, svilupperà la pratica motoria e sportiva negli spazi acquei, occupando il tempo libero dei ragazzi disabili, le tavole SUP Multitasking potranno essere anche uno strumento aggregativo ed inclusivo.
Le nuove tecniche, ovvero i protocolli frutto delle tecniche sperimentali saranno utilizzati nel “Circuito Scuole SUP Multitasking” che aderiranno al progetto di Flo’sail.
Il “Circuito Scuole SUP Multitasking” è in fase di organizzazione, presto i ragazzi disabili potranno chiedere alle scuole di SUP di fare attività sportiva con le piccole vele “SUP Optimist” e con i “SUP maniglioni”, le uniche attrezzature adaptive pensate per avvicinare il mondo dei disabili alla pratica motoria in acqua.


SCOPRI DI PIÙ SUL MANIGLIONE TIENTIBENE

GUARDA LA VELA SUP OPTIMIST IN AZIONE

Se vuoi saperne di più su questo prodotto consulta la nostra scheda tecnica e invia le tue domande usando l'apposito modulo alla recensione della tavola da SUP per disabili.

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione