Menu

Tipografia

La gara su pista da rally è resa possibile grazie ad un’auto adattata con comandi speciali. Previste novità ancora più inclusive per l’edizione 2021

Sarà una sfida all’ultima sgommata quella che dal 13 al 15 ottobre all’Adria International Raceway in provincia di Rovigo vedrà confrontarsi i finalisti dell’Aci Rally Italia Talent 2020, la competizione per tutti che dal 2020, grazie a Suzuki Italia e Handytech, ha allestito una vettura speciale con comandi speciali per far correre le persone con disabilità motorie. Saranno 7 i piloti con disabilità che, dopo aver superato le selezioni regionali e la semifinale, parteciperanno alla finale di una competizione che ha visto oltre 10mila iscritti, dei quali, per la prima volta, oltre 100 con patenti speciali.

EDIZIONE 2021 A GARA UNICA
Un test positivo, questo del 2020, che ha spinto gli organizzatori a progettare l’anno prossimo una edizione 2021 nella quale le persone con disabilità DA 2competeranno alla pari con tutti i partecipanti. Grazie al progetto Rally Italia Talent Ability con lo slogan #rallypertutti, non ci saranno più barriere all'ingresso nel settore rally per i piloti disabili che potranno partecipare, gratuitamente, alle selezioni, alla semifinale ed alla finale come tutti gli altri iscritti e con le stesse prove, così da garantire l'integrazione agonistica totale.
«Se la giocheranno alla pari con i piloti cosiddetti abili – dichiara Renzo Magnani, organizzatore di Aci Rally Italia Talent -, già da adesso i tempi delle prove hanno una classifica unica. Complessivamente hanno corso con noi circa duecento tra piloti e navigatori con disabilità – prosegue Magnani -. Il miglior risultato è stato quello della seconda edizione, ovvero la vittoria nella categoria Navigatori di Francesco Cozzula, ipovedente di Osilo (Sassari), che come premio ha partecipato al Rally 2 Valli di Verona, gara valida per il Campionato Italiano Rally.  Il mio sogno? Fare correre un rally, come gara premio gratuita, a un pilota con disabilità, cioè realizzare il sogno di un rally senza barriere».

COME SI SVOLGONO LE SELEZIONI
Le prove si svolgono su un tracciato tipico di una competizione di rally. La persona con disabilità siede accanto a un pilota professionista che di volta in volta fa da navigatore o da driver e valuta le capacità di chi gli siede accanto nella prova, naturalmente con consigli sia per la guida sportiva che per la guida di tutti i giorni. Dalle selezioni regionali si passa alla semifinale e alla finale.

LE NOVITÀ DEL 2021
A partire dal 2021 Rally Talent Ability iniziativa unica nel panorama nazionale ed internazionale, metterà a disposizione, gratuitamente, dei partecipanti con disabilità anche una seconda Suzuki SWIFT con comandi speciali durante Selezioni, Semifinale e Finale. Sarà prevista la preparazione di una Suzuki Swift con
DA 3
comandi speciali grazie alla collaborazione con la Handytech di Moncalvo d'Asti per la partecipazione, sempre gratuita, ad un vero Rally come gara premio. Si terranno poi dei corsi speciali in occasione delle Selezioni regionali sempre per i partecipanti disabili, tenuti dagli esaminatori di Aci Rally Italia Talent, tutti grandi Campioni di Rally, e tante altre novità a loro dedicate

ACI RALLY ITALIA TALENT
Aci Rally Italia Talent è un Format sportivo pensato per offrire a tutti, anche a chi non ha mai corso, l'opportunità di realizzare un sogno: partecipare almeno una volta da pilota o da navigatore ufficiale a un rally. Patrocinato dall'Automobile Club d'Italia (ACI) e da FIA Action for Road Safety (FIA), in collaborazione con Suzuki Italia, Generali Italia e Toyo Tires ha fatto registrare nella settima edizione 2020 il numero record di 10.569 nonostante l'emergenza Covid 19.

ISCRIZIONI
Sono aperte, a titolo gratuito per le persone disabili, le iscrizioni per l'ottava edizione di Aci Rally Italia Talent 2021 con il form online sul sito www.rallyitaliatalent.it   

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione