Menu

banner exposanita

 
 
 
 
 

Tipografia

Adrenalina  alle stelle per gli atleti azzurri ai Campionati del mondo di atletica leggera per disabili a Lille, in Francia.
Alvise De Vidi (Aspea Padova) e Paolo D'Agostini (Santa Lucia Roma) si sono piazzati rispettivamente al primo e secondo posto negli 800 metri in carrozzina (cat. T51), in  una gara al cardiopalma,che si è decisa nel secondo giro di pista.

Per il neo campione del mondo, il veneto De Vidi, un altro splendido successo, che si aggiunge alle tre medaglie d'oro, un argento e un bronzo delle Paraolimpiadi di Sydney 2000.
Grande  conferma  anche per l'azzurro D'Agostini, che ha chiuso ad appena sei decimi dal compagno di squadra.

Ha perso per un soffio il podio, invece, Francesca Porcellato (New Food Bussolengo), che è riuscita però a guadagnare un  quarto posto nei 100 mt in carrozzina (T54).
Stesso piazzamento per  Fabrizio Cocchi (Beata Margherita Città di Castello) sui 10000 T12, che ha però stabilito  il nuovo primato italiano (32'58''56).
Primato personale, infine, per Carla Sala sugli 800 metri (T12), con il tempo di 2'44''10, che non le è bastato però per raggiungere la finale.
Poco convincente, invece, la prova di Maurizio Nalin (Asha Novara) nel lancio del disco, dove ha chiuso all'11° posto con 37,64.
L'azzurro Stefano Lippi dell'Anshaf Trieste, a soli 21 anni, conquista la medaglia d'oro ed il titolo ai Mondiali di atletica leggera nella finale del salto in lungo della classe F42.
Il triestino è davanti a tutti saltando la misura di 5, 28 metri.
Argento al giapponese Kenij Kotani (5,08 mt) e bronzo al diciannovenne Heiroch Popow (4,81 mt).

Info
sito web www.fisd.it