Menu

Tipografia

L'invito che vi avevamo lanciato era di scriverci le vostre esperienze sportive, di prima mano, viste dal punto di vista dell'atleta.
A cogliere la palla al balzo (e l'immagine ci sta bene, visto che stiamo parlando di calcio a 5!) è stato Marco Littamè, che in questo suo diario racconta della medaglia d'argento al campionato nazionale sordi di calcio a 5 over 35. Un esordio promettente, cui seguirà sicuramente una replica l'anno prossimo.
Ecco come è andata:

Eravamo alla prima partecipazione: ne è venuto fuori un prestigioso secondo posto. Mi riferisco al titolo di campione d'Italia di calcio a 5 - Over 35, con squadre completamente composte da giocatori sordi.
Il campionato nazionale CSSI (Comitato Sportivo Sordi Italiani - affiliato in Europa nel consorzio EDSO
- e a livello mondiale con i Deaflympics) si è disputato in giugno a Montecreto (Modena). Io ho partecipato con la squadra padovana del G.S.S.P (Gruppo Sportivo Silenziosi Patavini). Per noi era la prima volta che si riusciva a mettere insieme la squadra e confrontarci con gli altri team.
Prima parte del torneo, a gironi: nel nostro, con due vittorie ed una sconfitta, siamo arrivati al 2° posto, ottenendo il diritto di giocare la semifinale. Non è stato per niente semplice, ma l'impegno notevole che ci abbiamo messo ha permesso di raggiungere la semifinale dove, facendo i dovuti calcoli, siamo riusciti ad evitare di scontrarci con i padroni di casa del Modena, che era considerata favorita.
Quindi abbiamo giocato contro la squadra del Pescara, che si era classificata prima nel girone B, e siamo riusciti a batterla. Nel pomeriggio la finale contro il temuto Modena: infatti la squadra di casa era rinforzata da 3 forti giocatori appartenenti a team che all'ultimo momento non erano riusciti ad iscriversi al torneo. Nonostante lo schema tattico che avevamo ben preparato in precedenza, siamo stati sconfitti per 8 a 2. Ci rinfranchiamo pensando di essere arrivati tutto sommato al 2° posto nella classifica nazionale.
La coppa come migliore giocatore è andata a finire nelle mani di un nostro compagno di squadra, l'atleta Claudio Orlandini. Un motivo in più per essere orgogliosi. Per me una soddisfazione doppia, visto che oltre che giocatore sono anche, assieme a Mauro Calcara, allenatore dei GSSP. Nel mio ruolo avevo sempre seguito gli atleti con dedizione ed impegno, organizzando anche i preliminari per la partecipazione al Campionato. Un torneo molto ambito dai Sordi Over 35, quelli ancora in forma! 
Un ringraziamento va al Presidente del G.S.S.PATAVINI, Mauro Milani, per aver concesso la fiducia e la disponibilità ai sordi Over 35 di giocare ancora. Inoltre la squdra è grata allo sponsor, il Ristorante El Florida.
Tutti noi atleti siamo contenti e pensiamo al prossimo campionato!

Marco Littamé

INFO:

Questo il sito del comitato sportivo sordi italiani

Altri articoli su sport e sordità:
AL VIA I 19° GIOCHI MONDIALI SILENZIOSI

MELBOURNE 2005, AI MONDIALI PER SORDI SPICCANO GLI ITALIANI

PALLAVOLO PER SORDI, EMOZIONI ‘NAZIONALI’