Menu

Tipografia

Nonostante una diminuzione generale del numero complessivo di alunni nella scuola italiana, continua il trend di crescita degli alunni con disabilità: nell’anno scolastico 2020/2021 erano 304.000. Tutti i numeri nell’ultimo report del Ministro dell’Istruzione

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato un nuovo focus che riporta i principali dati sugli alunni con disabilità (intellettiva, motoria, uditiva, visiva e altro tipo di disabilità inclusi problemi psichiatrici precoci, disturbi specifici di apprendimento certificati in comorbilità con altri disturbi e sindrome da deficit di attenzione e iperattività – Adhd)), con certificazione di Legge 104/1992, frequentanti le scuole italiane di ogni grado, sia statali, che paritarie e non paritarie iscritte in albo. I dati sono riferiti agli anni scolastici 2019/2020 e 2020/2021 secondo quanto evidenziato dai dati raccolti dal Ministero dell’Istruzione con le Rilevazioni sulle scuole.

NUMERI IN GENERALE
Dall’osservazione dei dati relativi agli anni scolastici 2019/2020 e 2020/2021, si conferma la tendenza di crescita registrata nel corso degli anni: la percentuale degli alunni con disabilità sul totale dei frequentanti è salita dall’1,9% dell’a.s.2004/2005 al 3,6% dell’a.s.2020/2021. Il numero di alunni con disabilità è passato da circa 167.000 unità ad oltre 304.000 unità a fronte di una diminuzione, registrata sullo stesso periodo, degli alunni complessivamente frequentanti le scuole italiane (-6%).
Nell’anno scolastico 2020/2021 i dati riportano, sul totale dei frequentanti:
- nella scuola dell’infanzia 32.314 alunni con disabilità (2,4% sul totale dei frequentanti)
- scuola primaria 4,4%
- scuola secondaria di I grado 4,5%
- scuola secondaria di II grado 3,0%

La percentuale di alunni stranieri con disabilità sul totale degli alunni certificati ai sensi della L.104/1992 è risultata pari al 14,3% nell’a.s.2020/2021: un numero elevato, se confrontato con la percentuale degli alunni stranieri che frequentano in rapporto al totale degli alunni, pari al 10,3%. Gli alunni stranieri con disabilità sono concentrati soprattutto nelle regioni settentrionali: Lombardia (25,9%), l’Emilia-Romagna (24,2%) e il Veneto (23,3). Nelle regioni meridionali la percentuale degli alunni stranieri con disabilità è molto contenuta, con punte di appena il 1,8% in Campania e Sardegna.

CLASSI CON ALUNNI CON DISABILITÀ
Interessante è il dato che riporta delle classi nelle quali ci sia almeno un alunno con disabilità.
Nell’a.s.2020/2021 sono state attivate 425.795 classi, comprese le sezioni della scuola dell’infanzia. Quelle con almeno un alunno con disabilità sono 211.896, pari al 49,8% del totale; se si considera nello specifico la scuola a gestione statale la percentuale di classi/sezioni con alunni con disabilità sul totale delle classi/sezioni è pari al 52,7% mentre per la scuola a gestione non statale è pari al 27,2%. Mediamente il numero di bambini con disabilità per classe è pari a 1,42.

DISTRIBUZIONE SCUOLE STATALI/NON STATALI/PARITARIE
Con specifico riferimento all’a.s.2020/2021, si osserva che l’88,3% del totale degli alunni e il 93,3% degli alunni con disabilità frequentano scuole statali.
Quanto al dettaglio della gestione non statale si evidenzia che le scuole paritarie accolgono il 9,7% del totale degli alunni e il 5% degli alunni con disabilità, mentre quelle non paritarie, iscritte negli elenchi regionali, il 2% del totale degli alunni e l’1,7% degli alunni con disabilità
La percentuale di alunni con disabilità sul totale degli alunni, pari nell’a.s.2020/2021 mediamente al 3,6%, si attesta al 3,8% per le scuole statali e al 2,1% per le scuole non statali.
Le scuole paritarie presentano, nell’a.s.2020/2021, una percentuale di alunni con disabilità mediamente pari all’1,9%, inferiore a quella riportata dalle scuole non statali, pari al 2,1%.

Sul totale degli alunni con disabilità:
- alunni con disabilità intellettiva nelle scuole statali sono il 70,4% rispetto alle scuole non statali (54,3%).
- gli alunni con disabilità visiva sono l’1,4% del totale degli alunni con disabilità nella scuola non statale contro l’1,3% della scuola statale;
- gli alunni con disabilità uditiva sono il 3,4% nella non statale, contro l’1,8% della statale;
- gli alunni con disabilità motoria sono il 4,3% del totale nella scuola non statale rispetto al 2,7% della scuola statale; quanto alle altre tipologie di disabilità si registra una percentuale del 36,6% nel complesso delle scuole non statali contro il 23,8% delle scuole statali.

Tra le scuole non statali, per le scuole paritarie spiccano, in particolare, la percentuale di alunni con disabilità uditiva (pari al 3,7%), la percentuale di alunni con disabilità motoria (4,5% del totale degli alunni con disabilità) e quella degli alunni con altro tipo di disabilità (40,1%).
tabella alunni per disabilita
DISTRIBUZIONE TERRITORIALE
A livello territoriale la distribuzione degli alunni con disabilità mostra significative differenze tra le macroaree del Paese: con specifico riferimento all’a.s.2020/2021:
- le regioni del Nord Ovest presentano, in media, una percentuale di alunni con disabilità sul totale dei frequentanti del 3,82%, con 81.977 alunni con disabilità su circa 2.145.000 alunni complessivi;
- le regioni del Nord Est una percentuale del 3,21%, con 51.365 alunni con disabilità su circa 1.601.000 alunni complessivi;
- nel Centro Italia tale percentuale si attesta sul 3,77% con 61.201 alunni con disabilità su un totale di 1.624.329 alunni complessivi;
- per le regioni del Meridione si ha, con 109.883 alunni con disabilità su circa 2.992.000 alunni complessivi, una percentuale pari al 3,67%. Osservando la distribuzione regionale, la percentuale di alunni con disabilità sul totale degli alunni oscilla da un minimo del 2,64% per la Basilicata ad un massimo del 4,12% per la Sicilia (Grafico 3). Una analoga distribuzione territoriale si ha nell’a.s.2019/2020.

Nel grafico, la suddivisione per regioni
tabella alunni disabilita per regioni

ALUNNI CON DISABILITÀ E FASCE D’ETÀ
Scuola dell’infanzia
Relativamente all’età, per l’a.s.2020/2021 la percentuale degli alunni con disabilità fino a 3 anni di età è molto contenuta (0,6% per i bambini di età inferiore ai 3 anni e all’1,2% per i bambini di 3 anni). Per la fascia di età 4-5 anni la percentuale è superiore, rispettivamente pari al 2,2% per i bambini di 4 anni e al 3,2% per quelli di 5 anni. Oltre il 65% dei bambini che vengono trattenuti alla scuola dell’infanzia con età pari ad almeno 6 anni ha certificazione di disabilità; la quota dei bambini con certificazione sul totale alunni è infatti eccezionalmente elevata per questa fascia di età e risulta pari, nell’a.s.2020/2021, al 65,7%.

Scuola primaria
Nella scuola primaria le percentuali più elevate di alunni con certificazione di disabilità sul totale degli alunni si registrano per il IV e il V anno di corso, rispettivamente pari al 4,8% e al 4,7% nell’a.s.2020/2021.

Scuola secondaria
Nella scuola secondaria di I grado per il III anno di corso si registra una quota di alunni con disabilità sul totale dei frequentanti del 4,6%, più elevata rispetto alle percentuali rilevate per i primi due anni di corso che appaiono comunque alte, pari al 4,4%.
Nella secondaria di II grado, nei primi anni di corso si osservano le percentuali più elevate, pari al 3,3% nel I anno, al 3,2% nel II anno e al 3,1% nel III anno di corso; fuori dalla fascia dell’obbligo scolastico la frequenza scolastica degli alunni con disabilità mostra un calo: 2,9% nel IV anno e 2,6% nel V anno di corso.
tabella alunni disabili sul totale


QUALI DISABILITÀ
In riferimento alle tipologie di disabilità, nell’a.s.2020/2021, il 96,8% del totale di alunni certificati ha disabilità psicofisica; l’1,3% presenta una disabilità visiva e l’1,9% una disabilità uditiva
nello specifico:
- il 69,5% disabilità intellettiva,
- il 2,8% una disabilità motoria
- il 24,5% ha un altro tipo di disabilità
- l’1,3% una disabilità visiva
- l’1,9% una disabilità uditiva

TIPO DI DISABILITÀ E GRADI DI SCUOLA
Andando in dettaglio, sul numero complessivo di alunni certificati ai sensi della legge 104/1992, troviamo questa distribuzione:
- gli alunni con disabilità visiva presentano una percentuale più elevata della media nella scuola secondaria di II grado (l’1,9%),
- gli alunni con disabilità uditiva hanno percentuali più elevate nella scuola secondaria di II grado, con il 2,3%, e scuola dell’infanzia con il 2,1%
- alunni con disabilità psicofisica presentano percentuale elevata per tutti i gradi di istruzione, superiore al 95% del numero complessivo degli alunni certificati ai sensi della legge 104/1992. Tra questi: percentuale di - alunni con disabilità intellettiva, con percentuali molto alte nella scuola primaria e secondaria di I grado è (superiore al 70%).
-alunni con disabilità motoria le percentuali più elevate sono presenti alla scuola dell’infanzia, pari al 3,8%, e alla scuola secondaria di II grado, con il 3,4%.
Consistenti appaiono per tutti i gradi di istruzione le percentuali di altro tipo di disabilità

SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO
In termini di composizione percentuale:
- il 26,1% del totale degli alunni con disabilità frequenta un liceo,
- il 29,4% un istituto tecnico
- il 44,5% un istituto professionale.

In relazione al tipo di scuola più frequentata in relazione alla disabilità:
- Il 46% degli studenti con disabilità visiva frequenta un liceo
- il 34,6% degli studenti con disabilità uditiva sceglie gli istituti professionali,
- Il 47,2% degli studenti con disabilità intellettiva frequenta istituti professionali
- il 38,8% degli studenti con disabilità motoria frequenta i licei
- il 41,3% degli alunni con altro tipo di disabilità frequenta gli istituti professionali.
Osservando la composizione percentuale degli alunni per tipo scuola emerge che, considerando tutti i tipi di scuola secondaria di II grado, la percentuale più elevata è quella di alunni con disabilità intellettiva, pari in media al 68,8% degli alunni frequentanti con disabilità.
tabelle studenti disabili superiori
INSEGNANTI DI SOSTEGNO
L’ammontare dei docenti per il sostegno, in percentuale rispetto al numero complessivo dei docenti, è passato dall’8,6% nell’a.s.2001/2002 al 20,3% nell’a.s.2020/2021. Su un totale organico di docenti nell’a.s.2020/2021, di 907.929 unità, di questi 184.405 sono docenti per il sostegno e 723.524 docenti su posto comune. Nell’anno scolastico 2020/2021 dei 184.405 docenti per il sostegno, 80.672 hanno un contratto a tempo indeterminato e 103.733 un contratto a tempo determinato.

Per approfondire:

Report completo

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->