Menu

Tipografia


La funzione di Google consente di inserire nei profili di My Business anche informazioni riguardanti l’accessibilità di aziende, negozi e attività

Non ricordiamo la data di nascita di un cantante? Controlliamo su Google. Dobbiamo comprare un paio di scarpe? Confrontiamo i prezzi su Google. Vogliamo sapere se il museo è ancora aperto? Controlliamo su Google gli orari….ormai molte risposte alle nostre domande quotidiane di ordine pratico ci vengono date dal web, attraverso i servizi del motore di ricerca più diffuso: Google.

Ma Big G da qualche anno sta cercando di offrire risposte sempre più puntuali alle esigenze informative dei suoi milioni di suoi utenti, integrando i suoi principali servizi, ad esempio Google Maps, con funzioni accessorie che diano ulteriori dati e informazioni. Tra queste, la possibilità per i negozi, le imprese e le attività di indicare nella propria scheda di Google My Business anche alcune informazioni riguardanti l’accessibilità del negozio o dell’attività per le persone con disabilità che usano la carrozzina. Una funzione particolarmente interessante, quindi, per essere a conoscenza della presenza di eventuali barriere architettoniche o, al contrario, di facilitazioni all'accesso e/o alla fruzione degli spazi di interesse prima di recarsi in quel luogo.

L'annuncio della funzione è stato dato le scorse settimane in un Tweet dal profilo di Google My Business.

Google My Business, lo ricordiamo, è un profilo che le attività economiche (negozi, aziende, ecc) possono aprire gratuitamente in Google, in modo da essere trovate da chi usa Google e Google Maps. Ora, oltre alla possibilità di aggiungere informazioni sui servizi, foto e dati di ordine pratico, il proprietario del profilo potrà dare delle informazioni aggiuntive sulla accessibilità della sua attività (dalle dimensioni della porta d’ingresso, alle info sul parcheggio, alla presenza di un ascensore, eccetera).


In particolare, questi gli elementi valutati, sulla cui presenza il gestore del profilo deve rispondere con sì/no:
1.  Ingresso accessibile a persone in sedia a rotelle
Rispondi sì se l'ingresso dell'attività è largo circa 1 metro e non ha gradini. 1 metro) è approssimativamente la larghezza minima comoda per due persone che stanno l'una accanto all'altra. Se ci sono uno o più gradini, dovrebbe esserci una rampa permanente o, per lo meno, una rampa mobile. Gli ingressi con sole porte girevoli devono essere contrassegnati con No per questo attributo.

2.  Bagno accessibile a persone in carrozzina
Rispondi sì se l'ingresso al bagno è largo almeno un metro ed è raggiungibile senza salire o scendere gradini.

3.  Posti a sedere accessibili a persone in sedia a rotelle
Rispondi sì se è possibile accedere all'area principale dell'attività senza scale e c'è abbastanza spazio per consentire a qualcuno su una sedia a rotelle di spostarsi e sedersi a un tavolo. Se tutti i tavoli sono alti (ad es. A livello in piedi), l'attività non è adatta alle sedie a rotelle.

4.  Parcheggio riservato a persone disabili
Rispondi sì se c'è un parcheggio specificamente contrassegnato per coloro che hanno esigenze di accessibilità. Questi punti sono spesso contrassegnati con pitture specifiche sul terreno, cartelli o segnali (a seconda del paese e / o della regione).

5.  Ascensore accessibile con sedia a rotelle
Rispondi sì se un luogo ha più piani e c'è un ascensore abbastanza grande da ospitare una carrozzina.

Potrebbe interessarti anche:

App disabili. Google lancia Look to Speak, la app che permette di parlare con gli occhi

Novità da Facebook e Instagram: i contenuti saranno più accessibili agli utenti ciechi e ipovedenti

Google Maps segnalerà l’accessibilità dei luoghi

Redazione

Qui le ultime su Coronavirus, vaccini e disabilità

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->