Menu

Tipografia
libri e lente
Nuove tecnologie in biblioteca per estendere la pubblica lettura ai disabili visivi

La Biblioteca Civica di Padova, recentemente trasferita dalla sede di via Orto Botanico all'interno del Centro Culturale San Gaetano, ha potuto finalmente muovere i primi passi verso un'effettiva democratizzazione della cultura che essa rappresenta, attraverso l'attivazione di nuovi servizi rivolti a ipovedenti e non vedenti.

Tutto è cominciato alla fine del 2008, quando il Lions Club Padova Certosa, da sempre impegnato nella tutela delle persone affette da disabilità visiva (come del resto tutti i Lions Club italiani: basti pensare al servizio Libro Parlato Lions), ha stipulato una convenzione con il Comune di Padova per la realizzazione del progetto "Leggere in grande".

Lo scopo di questa importante iniziativa è quello di consentire l'accesso all'immenso patrimonio (cartaceo e multimediale) della Biblioteca Civica e la navigazione libera di internet al pubblico dei non vedenti o ipovedenti, attraverso l'acquisto e l'implementazione di appositi strumenti tecnologici. In questo modo si risponde non solo ad un dovere istituzionale, cioè adeguarsi alle normative italiane e comunitarie che promuovono le iniziative a favore dei disabili, ma soprattutto culturale, perché uno dei pilastri su cui poggia da sempre il servizio bibliotecario è proprio l'accesso al patrimonio da parte del maggior numero possibile di utenti.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto, Giorgio Smojver, che ne ha seguito da vicino tutte le fasi di realizzazione, ha illustrato ai presenti i servizi e le strumentazioni già pronti per essere utilizzati.

Il primo ausilio tecnologico è un ingranditore da tavolo: collocando nello spazio apposito un qualsiasi libro o rivista, è possibile ingrandirne a piacimento i caratteri, modificare il contrasto o i colori, visualizzando la pagina su un monitor 17''. Si tratta quindi di uno strumento pensato per gli ipovedenti ma anche per coloro che sono affetti da particolari patologie della vista che causano una visione alterata dei colori. Il patrimonio della biblioteca, comunque, comprende anche libri stampati con caratteri grandi, liberamente consultabili e prestabili.

Nella sala attigua è presente poi un computer con cuffie dotato di particolari supporti software che consentono la navigazione autonoma in internet e l'utilizzo dei principali programmi da ufficio (videoscrittura, foglio di calcolo, database). In particolare si tratta di un ingranditore e lettore del contenuto visualizzato sullo schermo (denominato ZOOMTEXT 9/11 Magnifier Screen Reader), e di un software (JAWS PER WINDOWS) che, attraverso la sintesi vocale, anche in lingue diverse dall'italiano (inglese UK/USA, spagnolo, portoghese, francese, tedesco), permette di utilizzare moltissimi programmi e di navigare agevolmente e autonomamente in internet (previo rilascio di username e password, come avviene del resto per tutti gli utenti della biblioteca).
In futuro si prevede anche l'acquisto della barra braille, uno strumento che trasforma il contenuto di una riga del monitor in un testo Braille a rilievo.

Infine è presente un punto di ascolto CD con cuffie, destinato agli audiolibri, sia quelli appartenenti al circuito editoriale ordinario, utilizzabili indistintamente da tutti gli utenti della biblioteca, sia quelli realizzati dal Centro Internazionale del Libro Parlato di Feltre e riservati in via esclusiva ai non vedenti, anche dal punto di vista del prestito.

Comunque, come ha giustamente osservato Giuseppe Scalise, presidente dell'Unione Italiana Ciechi di Padova, intervenuto alla conferenza stampa, perché questa iniziativa sia davvero utile bisognerà non solo pubblicizzarla adeguatamente, ma anche creare intorno ad essa una rete di servizi di supporto (ad esempio bus navetta gratuito, prestito a domicilio, collaborazione con i Centri per anziani ecc.) che consentano un reale accesso agli utenti per i quali è stata creata, spesso in difficoltà per quanto riguarda gli spostamenti autonomi.


INFO:

- BIBLIOTECA CIVICA DI PADOVA

Centro culturale Altinate/San Gaetano, via Altinate, 71 - 35121 Padova
telefono 049 8204811
fax 049 8204804
orario: lunedì e giovedì dalle 8:30 alle 17:30; martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 8:30 alle 13:30
(termine distribuzione volumi dal magazzino 30 minuti prima della chiusura)
e-mail biblioteca.civica@comune.padova.it; prestito@comune.padova.it; infobibliografiche@comune.padova.it
responsabile: dott.ssa Gilda Mantovani (telefono 049 8204811, fax 049 8204804)


- LIONS CLUB PADOVA CERTOSA

Presidente: ing. G. Desideri
sito web: www.lions108ta3.org
e-mail: p.padovacertosa@lions108ta3.org


ABBIAMO PARLATO DI BIBLIOTECHE E DISABILI VISIVI ANCHE IN:

ANCHE I DISABILI HANNO IL DIRITTO DI LEGGERE

LIBRO PARLATO

Elena Moreni