Menu

Tipografia


Quanto sono diffuse le tecnologie assistive? Quanto rispondono realmente ai bisogni delle persone anziane, malate, con disabilità?

Le tecnologie assistive (quelle che noi chiamiamo ausili per disabili -  (parliamo di carrozzinemontascaledeambulatorisollevatori) sono, per le persone con disabilità, ma anche anziane o malate croniche, dei fondamentali strumenti che rendono possibile svolgere funzioni - anche essenziali - della quotidianità. Si pensi ad esempio alla carrozzina per una persona paraplegica, ma anche al bastone per una cieca, alla protesi per una con amputazione o con sordità: tutti strumenti essenziali per partecipare attivamente ed in autonomia ai vari ambiti della vita (dall’istruzione, al lavoro, alla comunità).

UNA INDAGINE SUI CITTADINI
Per capire quanto sono diffusi gli ausili per disabili, e quanto riescano a soddisfare realmente i bisogni delle persone disabili a livello globale, l’OMS ha promosso, all’interno di una serie di iniziative finalizzate a migliorare l’accesso alle tecnologie assistive, una indagine. Si tratta di una ricerca che coinvolgerà un campione di 10.000 persone tra la popolazione generale.
L’indagine per l’Italia è promossa e finanziata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con il contributo scientifico e finanziario dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), coordinata da AIAS Bologna onlus, con la supervisione scientifica di ISS e il supporto della Fondazione CENSIS e della Rete Nazionale dei Centri Ausili (Associazione GLIC).
Il gruppo di ricerca coordinato raccoglierà quindi dati a livello nazionale sulle modalità di accesso alle tecnologie assistive, la soddisfazione degli utenti e le difficoltà legate ai percorsi di fornitura Con i dati raccolti verrà poi pubblicato, a fine 2022, il primo Rapporto globale OMS-UNICEF sulle tecnologie assistive (GReAT.

AUSILI COME DIRITTO
La ricerca si basa su una concetto espresso anche nella Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità: le tecnologie assistive sono un diritto fondamentale che garantisce le pari opportunità, la mobilità, la salute e la dignità di ogni individuo. Al contrario, quindi, la loro mancanza equivale a un maggiore rischio di esclusione e isolamento delle persone disabili che non ne abbiano accesso. E non è una eventualità così remota.

IL 90% DELLE PERSONE NEL MONDO NON HA ACCESSO AGLI AUSILI NECESSARI
Ad oggi, si stima che più di un miliardo di persone nel mondo abbiano bisogno di almeno una tecnologia assistiva, ma solo il 10% di queste vi ha effettivamente accesso. Questo può essere imputabile a costi elevati, mancanza di informazioni, disponibilità effettiva dei prodotti, insufficiente formazione dei professionisti, scarsità di personale specializzato sugli ausili, politiche inadeguate o finanziamenti insufficienti. E’ proprio su questo 90% di persone escluse dalla fornitura di qualsiasi tecnologia assistiva che l’OMS ha promosso una serie di iniziative finalizzate a migliorare l’accesso alle tecnologie assistive a livello globale. La prima tra queste iniziative ha l’obiettivo di raccogliere dati in merito alle tecnologie assistive attraverso indagini nei paesi membri dell’OMS. Tale misurazione, eseguita in maniera standardizzata in ogni paese, prevede un'intervista somministrata faccia a faccia o in via telefonica ad un campione rappresentativo della popolazione generale.

L’auspicio è quindi che questi dati permettano non solo di fare una fotografia della situazione globale, Paese per Paese, ma che possano fornire anche informazioni su lacune e bisogni non soddisfatti nei singoli Stati, così da promuovere politiche puntuali a loro risoluzione.

Per maggiori informazioni:
Lorenzo Desideri ldesideri@ausilioteca.org
Evert-Jan Hoogerwerf  hoogerwerf@aiasbo.it


Su questo argomento leggi anche:

Fornitura ausili disabili e Nomenclatore: avviata una class action per disservizi, ritardi e problemi

Come ottenere ausili per disabili dalla ASL

Redazione

Qui le ultime su Coronavirus, vaccini e disabilità

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->