Menu

Tipografia

come funziona credit card for blindUn'ottima idea che probabilmente non sarà mai immessa sul mercato

In Corea è stata recentemente messa a punto una carta di Credito per non vedenti. La carta dal nome Credit Card for the Blind, è un progetto apparso Yankodesign, un sito dove i creativi espongono le loro idee e il loro lavori.

COME FUNZIONA - Credit Card for the Blind può sembrare complicata ma in realtà è piuttosto semplice da usare. La carta è composta da uno schermo a rilievo in grado di visualizzare le informazioni in braille e da un sistema biometrico per il riconoscimento dell'impronta del dito. Questi due componenti garantiscono la piena funzionalità della carta: infatti, all'atto del pagamento, al posto della firma della ricevuta, il proprietario della carta potrà semplicemente appoggiare il dito su un pad per il riconoscimento del della propria impronta digitale tramite un apposito software. La firma verrà quindi sostituita dalle informazioni biometriche dell'impronta del dito. La carta dispone poi anche di un altoparlante integrato che "legge" per conto del non vedente che tipo di transazione si sta eseguendo, così da evitare truffe.
Ad operazione di pagamento conclusa, il display Braille permetterà all'utente di ottenere una particolare ricevuta, recante in Braille tutti i dettagli della transazione, che comunque potranno essere ascoltati anche grazie ad uno speaker integrato ed ad un software di riproduzione vocale.

LA MISSION - Sin dal nome, Carta di Credito per Ciechi, questo progetto esprime in modo molto chiaro qual è la sua missione: aiutare le persone che non hanno l'uso della vista, ciechi ma anche ipovedenti gravi, a concludere in modo sicuro qualsiasi tipo di operazione di pagamento eseguita con carta di credito, nella speranza, ovviamente, di rendere la loro vita più semplice, meno limitante e più autonoma.

LA REALIZZAZIONE - La domanda, ogniqualvolta escono innovazioni tecnologiche come questa, è sempre la stessa: arriverà mai sul mercato? In realtà è molto probabile che questo "gadget" rimanga solo un progetto del designer coreano e che non vedrà mai luce sul mercato visto che difficilmente le banche sceglieranno di investire in un prodotto/servizio dedicato ad una nicchia così limitata di clienti.



PER APPROFONDIRE:

http://www.yankodesign.com


IN DISABILI.COM:

UNA MANO ROBOTICA AIUTA I NON VEDENTI

UN SOFTWARE LIBERO PER L'ACCESSO AL PC DEI NON VEDENTI



Alessandra Babetto