Menu

Tipografia

E' arrivato il cellulare che parla il linguaggio dei segni.
Non è fanta-tecnologia, ma un sogno diventato realtà grazie a Blue Sign Translator. Così si chiama il dispositivo in grado di tradurre istantaneamente un messaggio sms in LIS, grazie ad un personaggio virtuale, che apparirà sullo schermo combinando gesti e parlando col linguaggio segnico. Una rivoluzione che renderà la vita più facile soprattutto a quei non udenti "profondi" che hanno difficoltà a leggere e ad utilizzare la lingua scritta, permettendo loro di comprendere i messaggi senza nessun aiuto esterno.

Blue Sign Translator - messo a punto dal dipartimento di Ingegneria dell'Università di Siena con la collaborazione dell'Aies (Associazione italiana educatori sordi) - si adatta alle più varie situazioni, adeguandosi alle diverse esigenze: oltre che nel cellulare, può essere integrato in un computer palmare o in un altro dispositivo mobile, in modo da essere un valido traduttore sempre disponibile ai non udenti, nel lavoro, durante riunioni o conferenze, come per tutte le necessità quotidiane; ma è pensato anche per diventare uno strumento per la diffusione del Linguaggio dei Segni, un aiuto per tutte quelle persone che non lo conoscono e vorrebbero impararlo. L'immediatezza informativa che si ottiene dal sistema di Blue Sign accellera infatti la conoscenza della nuova lingua.
Il prototipo è ancora in sperimentazione e un ulteriore sviluppo porterà alla traduzione del linguaggio, permettendo così all'utente di avere sempre a disposizione un traduttore portatile, facilitando così l'inserimento delle persone sorde  nel mondo del lavoro, della scuola, nella società.

Il progetto - partito grazie ad un finanziamento della Fondazione Monte dei Paschi di Siena - è iniziato da un'analisi dello stato delle tecnologie disponibili e da sviluppare, con l'obiettivo di imparare il più possibile da quanto è già stato fatto. Per saperne di più, clicca qui.

Link al sito dell'Università di Siena

Link al sito dell'Aies (Associazione italiana educatori sordi)

Leggi anche questi articoli
IL LINGUAGGIO DEI SEGNI A 'PORTATA DI BIMBO'

DAI SEGNI, ALLA SCRITTURA... ALLE NUOVE TECNOLOGIE

C'E' CHI SI BATTE PER IL BILINGUISMO ORALE-SEGNICO

[Francesca Lorandi]