Menu

Tipografia
i-padRiscontrato in 15 casi un miglioramento della vista

L’iPad, la nota tavoletta tecnologica di casa Apple, adesso può vantare anche di avere una funzione sociale e medica, il tablet di Apple diventa così non uno un oggetto rivoluzionario ma anche utile. Questo almeno è quello che hanno cercato di dimostrare alcuni ricercatori dell’Università del Kansas che hanno effettuato un interessante studio che avrebbe scoperto che l’iPad può aiutare i bambini con gravi problemi di vista, causati da danni neurologici.

L’iPad coinvolge moltissimo i bambini grazie ai suoni eccellenti e ad un’illuminazione molto forte. Queste caratteristiche potrebbero essere utili ai piccoli affetti da disabilità visiva se utilizzato fin da piccolissimi. Lo studio sembra aver dimostrato infatti che produce un miglioramento della vista.

L’esperimento dell’Università del Kansas ha esaminato quindici bambini affetti da cecità corticale, un disturbo della vista che impedisce al cervello di ricevere e di interpretare i messaggi provenienti dall’occhio. Con adeguate tecniche d’intervento i ricercatori hanno verificato un incremento dell’attività delle cellule cerebrali del bambino, indispensabili al piccolo per iniziare a comprendere il proprio handicap. Così, grazie all’iPad, i giovani pazienti riescono a sostituire la propria cecità con l’intelligenza multidimensionale del tablet.

Eravamo scioccati - ha detto la dottoressa Muriel Saunders, autrice della ricerca - Questi bambini che di solito non interagiscono con persone o oggetti o rispondono in modo ripetitivo, erano assolutamente incollati all'iPad.
Con questo strumento
‑¬â€˜ continua la Saunders - non solo possono interagire con uno schermo, ma possiamo insegnare loro attraverso una serie di misure per controllare le cose su quello schermo stesso; ci sono infatti applicazioni disponibili per realizzare un circuito di comunicazione con diversi livelli di difficoltà .


INFO:

www.apple.com


IN DISABILI.COM:

IN LOMBARDIA I-PAD QUASI GRATIS PER I BIMBI DISABILI


NUOVE FRONTIERE SMARTPHONE: ESAMI DEL SANGUE E SICUREZZA DEI CIBI IN PALMO DI MANO



Alessandra Babetto