Menu

Tipografia

Alcuni contesti abitativi nei quali il montascale per persone con disabilità può essere particolarmente utile

(Publiredazionale)

Far salire e scendere le scale a persone con una ridotta mobilità grazie ad una poltroncina, ma anche a persone con disabilità che usano la carrozzina, attraverso una piattaforma: il montascale per disabili è uno strumento versatile che permette di superare le barriere architettoniche a casa, nel proprio appartamento o in un condominio. Si tratta, va detto, di un investimento importante, che tuttavia offre dei notevoli benefici sulla qualità della vita, essendo in grado di rispondere ad esigenze differenti, migliorando e semplificando la quotidianità di chi ritrova una liberà di movimento anche tra le mura domestiche.

Di seguito vediamo alcuni contesti nei quali usare il montascale per disabili può rivelarsi fondamentale.

Case strutturate su più livelli

In presenza di una disabilità motoria, per coloro che vivono in appartamenti disposti su più livelli o piani, il montascale per disabili è essenziale. Libertà di movimento e autonomia passano per ausili che consentono di uscire di casa senza dipendere da qualcuno. In questo caso, scegliendo un impianto a piattaforma, si può anche approfittare di un ulteriore uso che si può fare del montascale, ossia quello di trasportare su e giù dei pacchi pesanti, utilizzando quindi il sistema come un montacarichi.

Condomini con tante abitazioni, composte da vari nuclei familiari

Non di rado i montascale per disabili vengono installati in un condominio per necessità di uno o più inquilini. A volte si creano delle dispute fra condomini, perché c’è chi non vuole partecipare alla spesa della macchina, costringendo chi ne ha bisogno a sostenere la spesa da solo. In realtà, decidere di condividere l’acquisto di un montascale per disabili può rivelarsi una scelta più saggia di quanto non possa sembrare: nel palazzo possono sempre venire a vivere altre persone con disabilità, oppure un domani potrebbero essere gli stessi condomini riluttanti ad averne bisogno. Senza contare che, poi, l’inserimento di un montascale all’interno di un edificio fa aumentare il valore dell’immobile stesso. Si tratta dunque di un investimento che, a fronte di una spesa divisa tra tanti nuclei, può garantire un servizio di utilità collettiva.

Persone che vivono da sole

Per una persona con disabilità che sceglie di vivere da sola, la principale delle sfide quotidiane è l’autonomia nelle azioni di tutti i giorni. Anche in questo caso, non voler o poter dipendere da genitori, caregiver, partner, richiede che la stessa casa sia attrezzata in modo da essere autonomi e di potersi muovere in sicurezza nella propria abitazione. In questi contesti, il montascale restituisce quella possibilità di fare da soli una cosa fondamentale, come uscire di casa. Da sottolineare il fatto che una casa attrezzata in questo modo può essere d’aiuto anche quando non ci sia una disabilità permanente, ma anche solo temporanea, dovuta ad esempio a cadute o infortuni. Anche in questo caso, la presenza di un montascale si rivela fondamentale.


Residenze con giardino, terrazzi, spazi aperti

Il montascale può fare la differenza anche in tutte quelle soluzioni abitative indipendenti che siano dotate di ampie terrazze o spazi aperti ai quali si può accedere solo tramite una rampa di scale: edifici stupendi dal punto di vista architettonico, ma poco accessibili per quanto riguarda l’aspetto pratico. Per chi ha disabilità motorie, questi spazi si rivelano irraggiungibili in autonomia. Anche in questi casi, si può risolvere il problema installando un montascale, che può essere fabbricato naturalmente su misura, e con materiali resistenti all’attacco degli agenti atmosferici. Soluzioni di questo tipo consentono di godere dellapropria casa in tutti i suoi ambienti, senza rinunciare a una fondamentale autonomia.

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->