Menu

Tipografia

La strada per il miglioramento della nostra pubblica sanità passa per la certificazione di qualità.
Bisogna acquisire questa consapevolezza: a volte le sigle che vengono associate alla certificazione (i vari Iso 9000, 9001, 14000, 14001, OHSAS 18000, BRC...) sono astruse per l'utente finale, ma restano un segno tangibile che l'azienda nella quale ci troviamo ha voluto valutare le proprie capacità.
E se ha ottenuto quel riconoscimento, significa che è rimasta dentro parametri anche molto stretti.
Certificazioni sempre importanti: figuriamoci quando si tratta di sanità, dove l'errore non dovrebbe nemmeno esistere.

Così commentiamo l'accreditamento che ha ottenuto l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.
E' la prima struttura pediatrica in Italia a essere certificata dalla Joint Commission International (JCI), ramo del maggior Ente di accreditamento negli Stati Uniti, la Joint Commission on Accreditation of Healthcare Organizations (JCAHO).
Monitorizza circa 20mila programmi ed organizzazioni sanitarie distribuite in tutti i continenti. Da più di 75 anni la JCAHO si dedica al miglioramento della qualità e della sicurezza nei servizi sanitari.

L'accreditamento JCI documenta nei fatti quella che da anni è la tendenza all'eccellenza e al miglioramento continuo, sia sul piano dei risultati clinici che sul fronte organizzativo, gestionale, comunicativo e dell'accoglienza.
"Caratteristica peculiare della missione dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – ha sottolineato il presidente dell’Ospedale, Francesco Silvano è il coniugare la vocazione all'innovazione e ai più rigorosi standard di qualità e di eccellenza con i valori dell'accoglienza. Oltre alla massima tutela per il benessere dei bambini e dei ragazzi che da ogni parte del mondo si rivolgono con fiducia e speranza alle cure dei nostri specialisti.
L'eccellenza nell'ambito dell'assistenza sanitaria pediatrica è l'obiettivo che il Bambino Gesù persegue con impegno e determinazione in tutte le attività che svolge".

L'accreditamento da parte del prestigioso ente ha alle spalle un complesso e articolato processo durato due anni e ricopre per l'Ospedale due significati principali: rendere evidente e documentabile il costante orientamento della struttura al miglioramento continuo della qualità dell'assistenza;
consentire di soddisfare il requisito previsto dall'art. 13, comma 3, lettera h del D.Lgs. 288/2003.

  • L'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù cos'è
    Il Bambino Gesù, punto di riferimento a livello internazionale per la salute dei bambini e degli adolescenti, è un ente senza fini di lucro che affianca all'assistenza medica un'intensa attività di ricerca scientifica.
    Si avvale di circa 2.500 tra medici, ricercatori, infermieri e tecnici ospedalieri impegnati a promuovere il continuo progresso nelle metodiche diagnostiche e nelle terapie per il raggiungimento di livelli assistenziali sempre più elevati in una logica di umanizzazione conforme alla morale cristiana.
    Ciò si realizza anche attraverso programmi di assistenza diretta e di formazione nei Paesi in via di sviluppo, nonché con l'attivazione di collaborazioni paritetiche con le più prestigiose strutture a livello mondiale.

INFO:

Il sito della Joint Commission on Accreditation of Healthcare Organizations (JCAHO)

Il colorato sito dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che ha gli stessi blu e arancione di Disabili.com

Sul "Bambino Gesù" di Roma vedi anche i seguenti articoli:
A PEDIATRIA UNA STRUTTURA PER ACCOGLIERE LE FAMIGLIE

CURARE PRIMA PER NON RISCHIARE POI

‘TUTTI PER UNO’, E DIMINUISCONO I RICOVERI


[Marco Vivan]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->