Menu

Tipografia

E' una malattia della pelle. Dovrebbe essere solo questo, e invece spesso è anche motivo di esclusione sociale e di difficoltà di relazione.
Combattere sia il problema di salute che quello di socialità è l'obiettivo della campagna informativa itinerante "In viaggio per conoscere la psoriasi",  organizzata dalla Fondazione Cesare Serono in collaborazione con Adipso (Associazione per la difesa degli psoriasici), e con il patrocinio Adoi (Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani) e SIDeMaST (Società Italiana di Dermatologia medica e chirurgica e Malattie Sessualmente Trasmesse).

Dopo essere partita da Roma e aver già toccato le città di Milano, Varese, Firenze, Bari, Messina, Livorno, nei giorni di sabato 21 e domenica 22 aprile,  dalle ore 9.30 alle ore 19.00, il camper sosterà a Padova in Corso del Popolo (vicino alla Biblioteca Nazionale) per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica su questa malattia della pelle ancora sottovalutata e poco conosciuta.
I camper della campagna proseguiranno nelle prossime settimane alla volta di Modena, Catania, Sassari, Cagliari, Perugia, Pescara, L’Aquila, Ancona, Napoli, Lecce, Caserta, Genova e Pisa, sostando nelle piazze, per tutti i fine settimana, fino al mese di maggio.

“Il progetto In viaggio per conoscere la psoriasi  – ha dichiarato il Dott. Paolo Grillo, Vice Presidente della Fondazione Cesare Seronosi rivolge alle persone con psoriasi, ai loro familiari, semplici cittadini e a tutti coloro che hanno la sensibilità per combattere, attraverso la corretta informazione, gli episodi di emarginazione che ancora esistono nei confronti di coloro che sono affetti da questa malattia.”

Le difficoltà sono confermate dalle interviste che l'organizzazione ha compiuto nel corso dell’edizione 2006 della campagna: 1.174 persone hanno infatti avuto un colloquio con i volontari presso la postazione itinerante. Ecco alcuni dei risultati più significativi: il 61% degli intervistati si è dichiarato affetto da psoriasi, ma di questi il 34% non segue alcuna terapia.
Fra coloro che invece cercano una soluzione alla propria malattia, il 24% è in cura presso un dermatologo, il 17% si relaziona esclusivamente col proprio il medico di base e solo il 3,8% si reca in uno dei numerosi Centri di riferimento per la cura della psoriasi.
Questi centri sono presenti su tutto il territorio italiano, ma l’83% delle persone colpite dalla psoriasi non li conosce!
Altro dato scoraggiante emerso nel corso delle interviste, infine, è che oltre il 41% delle persone con psoriasi fino ai 60 anni di età affronta quotidianamente difficoltà relazionali, in particolar modo sul lavoro (14%) e nei rapporti sociali più stretti (13%): un fenomeno grave, e purtroppo inevitabile, che dimostra quanto la disinformazione possa portare molto spesso ad atteggiamenti di discriminazione.

“In Veneto la psoriasi colpisce circa 120mila persone e molte tra queste non sono a conoscenza delle varie possibilità terapeutiche a loro disposizione - afferma il Prof. Andrea Peserico, Direttore del Centro Regionale per la Psoriasi Clinica Dermatologica Azienda Ospedaliera Università di Padova - E’ importante informare i cittadini che nella nostra regione sono presenti, in tutti i reparti di Dermatologia, centri di cura specializzati di altissima qualità che partecipano al progetto Psocare, presso i quali i malati possono ricevere le cure più idonee, incluse le più innovative terapie biologiche”.

Sulla stessa linea d'onda anche la Dott.ssa Mara Maccarone, Presidente Adipso, che afferma: "Oggi, grazie ai Centri di riferimento per la cura della psoriasi, è possibile ricevere un trattamento specifico ed essere curati con i farmaci di nuova generazione. Ma ancora molto si deve fare per rendere fruibile il servizio a tutti: le cure per uno psoriasico sono molto costose e non possono essere sostenute dai malati e dalle loro famiglie. Sarebbe opportuno che le Autorità competenti si facessero carico del problema, dispensando gratuitamente i farmaci per la cura della psoriasi e rendendole fruibili in modo uniforme su tutto il territorio nazionale".

  • Psoriasi cos'è
    La psoriasi è una malattia della pelle poco conosciuta che colpisce il 3% della popolazione mondiale e oltre 2 milioni e mezzo di persone in Italia e che, sebbene non contagiosa, provoca forti ripercussioni sulla qualità della vita del paziente e sulle sue relazioni sociali.
    Si sviluppa quando il sistema immunitario dell’organismo procura una crescita troppo rapida dell’epidermide e si manifesta con la comparsa di chiazze rossastre e rotondeggianti, spesso pruriginose, delimitate ai bordi e ricoperte da squame che possono persistere a lungo con conseguente desquamazione. Alla base della malattia vi è un'alterazione genetica, che si può trasmettere per via ereditaria, mentre l'intervento di fattori ambientali e psico-emotivi sono tra le cause scatenanti della patologia.
    La psoriasi è una patologia cronica e invalidante, ma le terapie di nuova generazione, oggi disponibili, sono in grado di tenerne sotto controllo i sintomi e di evitare che essi si ripresentino anche per lunghi periodi di tempo, con un conseguente beneficio sulla qualità della vita dei pazienti.

INFO:

Il sito della Fondazione Cesare Serono.
Tra il materiale disponibile in rete, vi segnaliamo questo simpatico cartoon in flash che spiega in maniera semplice ed immediata le cause della Psoriasi, i trattamenti disponibili e le prospettive delle nuove terapie biologiche.
Lo trovate a questo link, sempre a cura della Fondazione Serono.

Associazione per la difesa degli psoriasici
Via Tacito,90 - 00193 Roma
tel/fax 06-3211545
Dal lunedì al venerdì, 9.30 - 13.30 / 14.30 - 17.00
segreteria@adipso.org

Tra le altre iniziative dell'associazione, vi segnaliamo il Numero Verde Adipso, 800 031 566, disponibile gratuitamente ogni venerdì dalle 16 alle 18.
Risponde il dermatologo, a tua disposizione per informazioni e consigli sulla psoriasi.


[Alberto Friso]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->