Menu

Tipografia

Nuove politiche per la salute, rivolte ai cittadini, capaci di dar loro voce, affinchè da destinatari passivi diventino promotori attivi.
Promotori di azioni, interventi in grado di colpire le cause, i fattori sociali, economici, ambientali che determinano il benessere.
L'idea è della Regione Emilia Romagna e nasce con l'obiettivo di creare nuove politiche per la salute dando più voce ai cittadini e alle comunità locali.

I progetti si articolano in quattro aree tematiche, che vanno dalla sicurezza stradale alla qualità del lavoro allo stile di vita di tutti i cittadini con particolare attenzione agli anziani e alle fasce più deboli.
E proprio ai disabili è dedicato un progetto che vuole promuovere l'attività fisica e motoria tra chi ha problemi di mobilità, mettendo in rete tutte le esperienze del territorio dedicate a queste tematiche.

Iniziative pensate anche per gli anziani, si diceva. "Invecchiare bene in salute" è il nome del progetto che promuove azioni e iniziative  concrete per favorire stili di vita sani che possano ridurre in modo significativo i disturbi tipici della vecchiaia. E il benessere della terza età parte dall'informazione: questa iniziativa punterà infatti a diffondere quelle nozioni  che la medicina mette a disposizione per stare bene anche quando non si è più giovani.

Sulla strada della prevenzione...
Per prevenire i comportamenti a rischio sono in programma  tre campagne di comunicazione che si concentrino sull'informazione riguardo i rischi dell'uso e dell'abuso di sostanze legali e illegali e alla promozione della guida sicura. Oltre a questo, alcuni comuni stanno organizzando percorsi di formazione e informazione sulla sicurezza stradale.

Emarginati sul lavoro
Gli immigrati sono al centro di due progetti: un percorso di formazione sui temi della sicurezza del lavoro per gli extracomunitari impiegati nel settore edile, e una camoagna di comunicazione sulle problematiche di prevenzione legate alla macellazione eseguita secondo riti islamici. Riparte anche l'indagine sulla sicurezza sul lavoro, che viene quest'anno allargata a 32 nuove aziende.

Sport e tempo libero
Il benessere parte dalle buone abitudini. Che è bene coltivare fin da giovani. Per questo parte il progetto "Scuole libere dal fumo": un concorso fotografico sulle tematiche del fumo all'interno delle scuole. E poi "Cuore e salute", "Nati per leggere", iniziativa che intende promuovere la lettura nei bambini come fattore di sostegno psico-affettivo. L'attività motoria è invece al centro di una Campagna specifica di comunicazione e sensibilizzazione sui temi della promozione di percorsi all'aria aperta, indirizzata al mondo delle scuole.
Un corretto stile di vita è determinato anche da un corretto rapporto tra alimentazione e attività fisicaSono stati organizzato allora, all'interno delle scuole, corsi di cucina sana, incontri pubblici con esperti, eventi conviviali. E poi percorsi didattici destinati agli insegnanti e dedicati all'alimentazione e alla promozione dell'attività motoria.

Per saperne di più:
Sito del ministero
Sito della regione Emilia Romagna

Leggi anche questi articoli:
PICCOLI GESTI CHE FANNO GRANDE UNA REGIONE

LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DEL TERRITORIO: UNA NUOVA STRATEGIA PER LA SOLIDARIETÀ E LO SVILUPPO


[Francesca Lorandi]

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->