Menu

Tipografia

Circa 170 milioni di persone nel mondo sono affette da diabete, un numero che è destinato a crescere in modo esponenziale nei prossimi anni, soprattutto fra la popolazione con oltre 40 anni.
In Italia sono oltre 3 milioni le persone che ne sono affette ed almeno 1 milione ne soffre o sta per soffrirne senza saperlo.
"Com'è possibile essere diabetici e non accorgersene?" è la domanda che sorge spontanea.
Eppure, succede. Questo perché una glicemia anche alta non dà né dolori né disturbi.
Ma, col tempo, gli zuccheri alti danneggiano i reni, gli occhi, le arterie, i nervi, il cuore.
Il rischio, così è di accorgersene quando ormai gli organi vitali risultano danneggiati: si possono fermare le complicanze, ma è troppo tardi per guarire.

Il diabete si può prevenire, conoscendo il proprio rischio alla malattia, ed è possibile semplicemente misurando il tasso glicemico e la pressione ed adottando uno stile di vita sano.

In occasione della Giornata Mondiale del Diabete, sabato 22 e domenica 23 novembre in 250 piazze italiane medici diabetologi e volontari saranno a disposizione dei cittadini per eseguire gratuitamente l'esame per la rilevazione del tasso glicemico, con una semplice puntura sul dito, e sottoporre un questionario per la rivelazione del rischio diabete.
Un semplice gesto, di pochi minuti, che però può rivelarsi prezioso per la nostra salute e per il nostro futuro.
I Presidi diabetologici forniranno anche consulenze qualificate sul diabete e raccoglieranno fondi per la ricerca dando in cambio un piccolo abete.

La GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE (GMD) è nata nel 1991 dalla collaborazione tra l'International Diabetes Federation con l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS-WHO), allo scopo di sensibilizzare e informare l'opinione pubblica su questa patologia seria, diffusa e potenzialmente molto pericolosa.
Costituisce, quindi, una Campagna Internazionale di informazione globale sul diabete,  attraverso vari strumenti: tra questi, appunto, la presenza nelle piazze delle principali città del mondo di presidi medici informativi per diffondere, in modo capillare, la cultura della prevenzione.

Ogni anno la GMD viene dedicata ad un tema speciale scelto in collaborazione con l'Organizzazione Mondiale della Sanità.
Quest'anno è l'anno de "Il diabete ed i tuoi reni" e la giornata è stata celebrata il 14 novembre in 130 Paesi del mondo.
In Italia, invece, si scende nelle piazze italiane sabato 22 e domenica 23 novembre, grazie all'interessamento del Comitato Diabete Italia, formato dalla Società Italiana di Diabetologia (SID) e dall'Associazione Medici Diabetologi (AMD).
L'evento ha ricevuto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana e il patrocinio della Presidenza del Consiglio, del Ministero della Salute e della Croce Rossa Italiana.

Insomma, questa malattia può essere fermata con pochi, semplici mezzi, ma bisogna scoprirla in tempo!


Per informazioni visita il sito www.diabeteitalia.it o chiama il numero verde 800.993331