Menù

wc disabili
sponde letto per disabili
casa accessibilie
ascensori per disabili

Typografia
Anche Jovanotti appoggia la protesta dei disabili sciliani, contro il governatore Crocetta

 

Non solo PIF, ma anche Jovanotti sostiene la protesta dei disabili siciliani, che proprio stamattina hanno organizzato una marcia a Palermo contro l’immobilismo della Regione che ancora, denunciano, non ha dato risposte sui servizi di assistenza per persone con gravi disabilità. Dopo il duro faccia a faccia che il regista siciliano ha avuto col governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, anche Jovanotti rincara la dose, appoggiando la protesta dei disabili.

Anticipando la sua partecipazione a Edicola Fiore, la trasmissione di Fiorello, il cantante ha ieri sera postato sul suo profilo Facebook un lungo post, che attacca duramente Crocetta:



Si legge nel post: "stasera in tv da @fiorello a @edicolafiore su TV8, è sempre un grande piacere ridere con Fiore nel suo show, se vi va guardatelo stasera!
Durante il programma sono passato dallo “speakerscorner” per contribuire a dare voce ai cittadini siciliani disabili, presi in giro dal Presidente Crocetta in un tragico gioco a nascondino veramente vergognoso. Queste persone da mesi attendono una risposta. La loro qualità di vita, spesso la loro stessa sopravvivenza, dipende dall’assistenza che la Costituzione gli garantisce come diritto e non come gesto di carità. Ne abbiamo parlato diverse volte su questa pagina, e seguendo ogni passo di questa vicenda sto assistendo allo dimostrazione peggiore che la politica può dare di sé. Si prendono in giro dei cittadini e le loro famiglie , un’intera comunità costretta a sentirsi umiliata da chi dovrebbe invece considerarla al pari di tutte le altre persone. La cosa peggiore che le Istituzioni della Repubblica possono fare nei confronti di un cittadino è escluderlo, costringerlo a sentirsi un peso, un problema e non una persona. E’ una cosa gravissima, scoraggiante e pericolosa perché in questi termini diventa una forma di omicidio.
La sanità e le politiche sociali in Italia sono gestite a livello regionale e questo comporta spesso una disparità di trattamento a seconda del luogo di residenza. E' semplicemente assurdo, e la colpa non è della latitudine ma solo ed esclusivamente delle persone incaricate democraticamente di rappresentare i propri cittadini. La Sicilia è una grande regione, non solo per estensione territoriale ma per estensione storica, civile, umana. Il repsonsabile di questa situazione in Sicilia è il Presidente Crocetta (è lui che sceglie i suoi collaboratori eventuali) , lui che ha una splendida capacità retorica e dialettica ma di fatto in questo caso specifico (e ripeto “specifico” perchè non voglio assolutamente generalizzare) sta prendendo in giro la parte più debole dei suoi concittadini, le persone con gravi disabilità, non so se ci rendiamo conto".

Riporta Rai news  la risposta del Governatore, che in una nota nel pomeriggio ha precisato: "Per il 2017 sono stati già stanziati, e sono operativi, 36 milioni di fondi regionali destinati ai soggetti con disabilita' gravissima. Tale fondo è in corso di erogazione, man mano che le Asp completano l'accertamento della disabilità nelle varie province. Sono già infatti stati emessi i decreti di finanziamento, a favore dei soggetti con disabilità gravissima, identificati dalle Asp di Caltanissetta (141) ed Agrigento (185)".

Redazione