Menu

Tipografia


La nuova procedura permette ai genitori di presentare domanda di invalidità civile per il figlio o la figlia minore direttamente collegandosi al sito dell’INPS

L’INPS ha comunicato nel suo recente messaggio (il n.4212 del 22 novembre) di aver introdotto delle novità per semplificare le procedure per presentare la domanda di invalidità per soggetti minori. La semplificazione, che si si Inserisce nelle attività previste dal PNRR e integra quelle introdotte a partire dal 2018, prevede la possibilità di inoltrare domanda di invalidità civile per i minori da parte dei genitori, direttamente dal sito dell’INPS. La procedura sarà presto disponibile anche per i patronati e per le associazioni di categoria abilitate.

COME ACCEDERE AL SERVIZIO
Nel dettaglio, si potrà accedere al servizio di trasmissione delle domande di invalidità civile sul portale internet INPS (www.inps.it) tramite:
- identità digitale - SPID di livello 2 o superiore, oppure
- CNS (Carta Nazionale dei Servizi) oppure
- Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE)
utilizzando le credenziali del minore (CIE oppure CNS); in alternativa è possibile l’accesso tramite delega SPID con le credenziali del genitore/tutore per conto del minore come previsto dalla circolare n. 127 del 12 agosto 2021 nonché dai messaggi n. 3305 del 1° ottobre 2021 e n. 171 del 13 gennaio 2022.

COMPILAZIONE E INVIO
Nella compilazione della comanda viene richiesto di inserire vari dati, tra i quali, oltre a quelli relativi alla richiesta di accertamento sanitario, anche i dati amministrativi necessari per la liquidazione di un’eventuale prestazione economica. Dopo avere completato tutte le sezioni, la domanda deve essere inviata selezionando “Invio domanda”.

DATI DEI GENITORI
Nel suo messaggio, INPS sottolinea che nella selezione della qualifica “Genitore dichiarante” è obbligatorio inserire anche i dati relativi all’altro genitore nella sottosezione “Anagrafica altro genitore”. Il genitore non dichiarante verrà informato tramite lettera raccomandata, PEC, e-mail o SMS dell’avvio del procedimento di accertamento sanitario nei confronti del figlio. Inoltre, nel caso di richiesta di pagamento dell’eventuale prestazione economica con la modalità “in contanti presso lo sportello” (se l’esito dell’accertamento sanitario darà via libera alla erogazione), se nella sezione “Rappresentante legale” sono stati inseriti entrambi i genitori, è necessario che l’altro genitore fornisca il consenso esplicito alla riscossione nei confronti del genitore dichiarante prima dell’invio della domanda.
L’autorizzazione può essere fornita allegando in procedura nella sezione “Allegati” l’apposito modulo di delega (reperibile nella sezione quadro F successivamente al salvataggio dei dati inseriti) con le firme autenticate di entrambi i genitori. In alternativa, l’altro genitore che sia in possesso di SPID, CIE o CNS potrà effettuare l’accesso al servizio “Invalidità civile – Domanda (Cittadino)” con le proprie credenziali fornendo il consenso tramite la funzionalità “Acquisizione consenso alla riscossione”.

Per approfondire:

Messaggio INPS invalidità minori

Potrebbe interessarti anche:

Come registrare online la delega dello SPID per servizi INPS (non solo per anziani e disabili)

Redazione

bottoncino newsletter
Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->