Menu

Tipografia

Qui le nuove tabelle INAIL per il calcolo dell’indennizzo in caso di danno biologico con invalidità tra il 6% e il 15%

L’INAIL ha aggiornato la tabella relativa agli indennizzi cui hanno diritto i lavoratori in caso di accertato danno biologico con invalidità tra il 6% e il 15% verificatosi nel 2019.
La nuova tabella, denominata “Tabella indennizzo danno biologico in capitale”, che riguarda le prestazioni in caso di infortuni con invalidità permanente dal 6% al 15%,  è stata approvata con delibera n.2019, e prevede indennizzi mediamente più alti di circa il 40% rispetto alle precedenti. Vediamo cosa cambia.

INDENNIZZO PER DANNO BIOLOGICO – In caso di invalidità di grado pari o superiore al 6% e inferiore al 16%, derivante da infortuni verificatisi dal 25 luglio 2000 e per le malattie professionali denunciate dal 25 luglio 2000, l’INAIL riconosce una somma in capitale  - “L’indennizzo in capitale del danno biologico”, appunto - erogata una tantum. Questa somma, non soggetta a tassazione IRPEF, è stata ora aggiornata, sia nelle tariffe che dei criteri di calcolo, aumentando gli importi ed eliminando le distinzioni di sesso per gli aventi diritto.

INFORTUNI FINO AL 31 DICEMBRE 2018 -  Per gli eventi accaduti fino al 31 dicembre 2018 l’’indennizzo in capitale del danno biologico è erogato seguendo le “Tabelle indennizzo danno biologico in capitale” di cui al d.m. 12/07/2000, in una unica soluzione e in funzione di:
- età
- sesso
- grado di menomazione accertato sulla base della ”Tabella delle menomazioni” prevista dal d.lgs. 38/2000.

INFORTUNI DAL 1 GENNAIO 2019 – Dal 1 gennaio di quest’anno le regole e gli importi, invece, sono stati aggiornati. Le prestazioni, infatti, sono erogate sulla base di un’unica “Tabella indennizzo danno biologico in capitale” (qui sotto), oggetto della determina presidenziale Inail n. 2/2019.
In questa nuova tabella, ora in uso, non c’è più distinzione di sesso.  Inoltre, vengono innalzati mediamente del 40% gli importi indennizzi, che recepiscono le due rivalutazioni straordinarie intervenute rispettivamente nel 2008 e nel 2014 e adeguati alla speranza di vita insita nei nuovi coefficienti di capitalizzazione.
Qui sotto, le nuove tabelle di indennizzo del danno biologico in capitale (importi in euro) per i quali sia stato accertato un grado di menomazione dell’integrità psicofisica tra il 6% e il 15%.

tabelle inail danno biologico3

ASSEGNO IN CASO DI EVENTO MORTALE – La revisione delle tariffe ha inoltre elevato, a partire dal 1 gennaio 2019,  l’importo dell’assegno funerario, che viene portato a 10.000 Euro, che viene garantito a prescindere dai requisiti necessari per aver diritto alla rendita a superstite (limiti di età per i figli e collaterali, vivenza a carico per ascendenti e collaterali) previsti dall’art. 85, d.p.r. 1124/65.


Per approfondire:
Opuscolo INPS con nuove tariffe e prestazioni INAIL 

Redazione

Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy