Menu

Tipografia

cartello della nomina di milano cortina alle olimpiadi 2026

Ieri, attesa con grande trepidazione e poi salutata con enorme entusiasmo e soddisfazione, è arrivata la notizia che il  mondo sportivo italiano stava aspettando: sarà Milano-Cortina la sede delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi invernali del 2026.

Il Comitato olimpico internazionale ha infatti assegnato al capoluogo lombardo e alla perla delle Dolomiti l'organizzazione dei Giochi, riportando l'Italia ad ospitare i Giochi invernali per la terza volta nella storia, a vent'anni di distanza da Torino 2006 e 70 anni dopo l'edizione di Cortina 1956.

Questa straordinaria nomina potrà essere una grande opportunità sotto diversi punti di vista – non ultimo quello della accessibilità. E’ questo anche l’auspicio di LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità: così il suo Presidente, Alessandro Manfredi: "Il nostro auspicio è che i Giochi olimpici siano un'occasione per migliorare l'accessibilità delle città coinvolte e dei mezzi di trasporto locali, così come era avvenuto con Expo. Le Paralimpiadi, in modo particolare, possono rappresentare un'importante opportunità anche per migliorare l'accessibilità degli impianti sportivi dove possono crescere e allenarsi non solo gli atleti che parteciperanno ai giochi di Milano-Cortina 2026, ma tutte le persone con disabilità che amano la pratica sportiva".

Potrebbe interessarti anche:

Sport per tutti? Non proprio. Lettera aperta agli istruttori sportivi