Menu

Tipografia

Per non scordare di prendere pillole e pasticche basta seguire dei semplici accorgimenti

Con l’età che avanza aumenta, in genere, anche il numero di medicine che ci troviamo ad assumere. La politerapia,ovvero l’assunzione di più farmaci necessaria a seguire più di una terapia, è una condizione comune a moltissimi anziani: secondo alcune stime un over 65 su 10 prende anche più di 10 farmaci al giorno.  

RISCHI DELLA POLITERAPIA - E’ evidente quindi come uno dei rischi maggiori, a quella età, sia quello di sbagliare l’assunzione dei farmaci o, ancor più frequentemente, dimenticarsene del tutto.  Una ricerca condotta su 1.427 over 65 con ipertensione arteriosa, a cura del Centro Studi di Economia Sanitaria di Senior Italia FederAnziani, conferma il fenomeno e i suoi effetti collaterali: i dati hanno convalidato che per il 70% dei casi, la dimenticanza dell'assunzione farmacologica è causata dalla combinazione tra un alto numero di farmaci prescritti e tanta confusione a riguardo.

LE 7 REGOLE - Come fare, quindi, per aiutare il nonno a seguire in maniera corretta le terapie e assumere tutti i farmaci necessari al suo benessere? La società Italiana Reumatologia suggerisce  delle semplici regole per non scordare nessuna pillola e per evitare di sbagliarne il dosaggio:

1. Scrivere la posologia sulla confezione, in modo da rendere ben visibile il giusto dosaggio riferito allo specifico farmaco

2. Lasciare la prescrizione medica in un punto ben visibile della casa (frigorifero, dispensa) oppure appuntare i dettagli di questa su una lavagnetta.

3. Impostare un promemoria del cellulare può rivelarsi estremamente utile per i più tecnologici. Una sveglia riferita all'orario corretto di assunzione del farmaco è un buon memorandum.

4. Affiancare il farmaco ad azioni quotidiane, come lavarsi i denti o dopo i pasti principali.

5. Stabilire un ritmo regolare di assunzione per creare una routine quotidiana, seguendo le indicazioni del medico. Appena svegli o qualche minuto prima di coricarsi sono i momenti più indicati per cadenzare il trattamento, creando una ripetitività difficile da rompere.

6. Utilizzare un calendario, segnando con un colore diverso ogni nuova assunzione, evidenziando così le diverse pillole ed evitando di prendere due volte lo stesso prodotto.

7. Usare contenitori appositi. In farmacia si trovano apposite scatolette in cui inserire le medicine da prendere durante la settimana. Il farmaco viene separato dalla confezione e ciò può causare confusione.

LE SOLUZIONI -  Gli stessi anziani hanno suggerito alcune soluzioni utili per evitare dimenticanza e confusione connesse al loro piano terapeutico. Tra queste, raccolte sempre dal Centro Studi di Economia Sanitaria di Senior Italia FederAnziani:
- L’uso di un ausilio tecnologico che ricordi di assumere i farmaci nell'orario corretto;
- La riduzione del numero di compresse da assumere che, preferibilmente, dovrebbero trovarsi all'interno di confezioni simili se appartenenti alla stessa area terapeutica;
- Il monitoraggio medico costante con coinvolgimento del paziente.

In disabili.com:

Alzheimer e Demenze. Malati e famiglie non possono più aspettare
 
Anziani: Il vademecum e l’audio guida con i consigli per evitare truffe e raggiri in banca


Redazione

-->