Menu

Tipografia

(Publiredazionale)

Imparare una nuova lingua può essere una sfida difficile da superare; per le persone con disabilità intellettive o difficoltà di apprendimento può esserlo ancora di più. Tuttavia, la soddisfazione e i benefici di iniziare e di vedere i primi risultati ripagano, di gran lunga, gli sforzi compiuti. L’importante è, come per ogni altra attività al mondo, saper organizzare l’apprendimento in base alle esigenze dello studente, tenendo conto sia delle sue difficoltà oggettive sia delle tecniche di insegnamento più efficaci.

Il primo dubbio che è importante risolvere quindi è questo: se ti stai chiedendo se le persone con difficoltà di apprendimento possono apprendere una o più lingue straniere, la risposta è sì. La prima lingua che di regola viene scelta per l’insegnamento è l’inglese, dato che - oltre a essere più semplice di altre lingue - è anche l’idioma più parlato nel mondo, dando quindi la possibilità di accedere a diversi contenuti in lingua originale, che possono coinvolgere ancora di più i novelli studenti. Le lezioni di inglese online sono una modalità tra le più pratiche e personalizzabili, sempre facendo riferimento ad insegnanti che abbiano esperienza nell’insegnare a persone con disabilità.

Vista l’ampia scelta di tutor disponibili, selezionare il professionista giusto non sarà difficile, al contrario. Sarà con lui poi che potremo adattare la modalità di svolgimento delle lezioni e gli orari, in base ai ritmi dello studente e tenendo conto della necessaria flessibilità nell’organizzazione, elemento ancora più importante se siamo in presenza di una disabilità. Purtroppo spesso, nei sistemi scolastici non è possibile adattare le lezioni alle esigenze di chi impara, per motivi spesso di budget e risorse. Per quanto riguarda l’inglese, per fortuna ci sono tanti metodi alternativi di apprendimento che non richiedono nemmeno investimenti impegnativi ma che possono fare la differenza per il futuro di chi impara, sia nel lavoro che nello studio.

Insegnare a studenti con disabilità

Se insegnare è forse una delle professioni più difficili al mondo, avere la possibilità di insegnare a degli studenti con disabilità o difficoltà di apprendimento comporta delle responsabilità, ma anche delle soddisfazioni, diverse. Quali sono le strategie e gli accorgimenti che ogni docente dovrebbe cercare di applicare?

Capire il tipo di disabilità

Ogni insegnante che decide di aiutare uno studente a imparare una lingua dovrebbe essere consapevole del tipo di disabilità che dovrà affrontare. Questo significa conoscere gli effetti che questa può avere sullo studente, sia a livello psicologico che fisico, per poter capire come il processo di apprendimento può venirne condizionato.

Secondo diversi studi, per capire il tipo di didattica più adatto allo studente è consigliabile avvalersi, almeno all’inizio, di una tecnica multisensoriale: al di là delle categorizzazioni, l’utilizzo di un approccio su fronti diversi può dire molto di più di una semplice definizione.

Personalizzazione del piano di insegnamento

Il primo passo per instaurare una tecnica di insegnamento efficace è calibrarla sul singolo studente, laddove sia possibile ovviamente. Questo vuol dire capire all’interno di quale categoria appartiene il nostro studente, se ciò ha una maggiore facilità nell’apprendere tramite il canale visivo, auditivo o invece attraverso la gestualità. A volte è possibile avvalersi di più tecniche, soluzione che facilita senz’altro la predisposizione del piano di insegnamento.

Determinazione

Tutti gli insegnanti hanno una buona dose di determinazione, ma chi decide di aiutare uno studente con disabilità deve raddoppiare la dose. L'insegnamento stesso è più impegnativo: richiede una preparazione più accurata sul singolo studente, comporta dover andare a volte per tentativi, perché non è facile trovare fin da subito la tecnica migliore. Richiede di saper affrontare lo scoraggiamento e la frustrazione dello studente: ed è proprio questa, forse, la prova più difficile.



Tieniti aggiornato. Iscriviti alla Newsletter!

Autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy

-->